DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 21 dicembre 1996, n. 696

Regolamento recante norme per la semplificazione degli obblighi di certificazione dei corrispettivi.

note: Entrata in vigore del decreto: 21-2-1997 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/12/2019)
Testo in vigore dal: 1-1-2017
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3. 
                     Modalita' di documentazione 
  1. Ai fini  della  deducibilita'  delle  spese  sostenute  per  gli
acquisti di beni e di servizi agli  effetti  dell'applicazione  delle
imposte sui redditi, puo' essere utilizzato lo scontrino  fiscale,  a
condizione che  questo  contenga  la  specificazione  degli  elementi
attinenti la natura, la qualita' e  la  quantita'  dell'operazione  e
l'indicazione  del  numero  di  codice  fiscale   dell'acquirente   o
committente, ovvero la ricevuta fiscale integrata a cura del soggetto
emittente con i dati identificativi del cliente. 
  2. Il rilascio dello scontrino fiscale o della ricevuta fiscale non
e' obbligatorio nell'ipotesi in cui  per  la  stessa  operazione  sia
emessa la fattura di cui all'articolo 21, primo  comma,  del  decreto
del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. 
  3. Lo scontrino fiscale,  emesso  all'atto  della  consegna  o,  se
anteriore, del pagamento del corrispettivo  e  la  ricevuta  fiscale,
aventi le caratteristiche indicate al  primo  comma,  possono  essere
utilizzati  come  documenti  idonei  ai  fini  dell'osservanza  della
disposizione contenuta nell'articolo  21,  comma  4,  terzo  periodo,
lettera a), del decreto del Presidente della  Repubblica  26  ottobre
1972, n. 633. (5) 
  ((3-bis. Lo scontrino fiscale  e  la  ricevuta  fiscale  contengono
l'indicazione  del  numero  di  codice  fiscale  del  cessionario   o
committente, se  richiesto  dal  cliente  non  oltre  il  momento  di
effettuazione dell'operazione)).((6)) 
  Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare. 
             Dato a Roma, addi' 21 dicembre 1996 
                              SCALFARO 
                                  PRODI, Presidente del Consiglio dei 
                                  Ministri 
                                  VISCO, Ministro delle finanze 
Visto, il Guardasigilli: FLICK 
 Registrato alla Corte dei conti il 20 gennaio 1997 
  Atti di Governo, registro n. 106, foglio n. 3 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (5) 
  La L. 24 dicembre 2012, n. 228 ha disposto  (con  l'art.  1,  comma
335) che la presente modifica si applica alle operazioni effettuate a
partire dal 1° gennaio 2013. 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (6) 
  La L. 11 dicembre 2016, n. 232 ha disposto  (con  l'art.  1,  comma
539) che la presente modifica si applica alle operazioni effettuate a
decorrere dal 1º gennaio 2018.