DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 dicembre 1992, n. 495

Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-1-1993 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/03/2023)
Testo in vigore dal: 19-11-1999
aggiornamenti all'articolo
                     Art. 57 (Art. 23 Cod. Str.) 
                      (Pubblicita' sui veicoli) 
  1.  L'apposizione  sui  veicoli  di  pubblicita'  non  luminosa  e'
consentita, salvo quanto previsto ai commi 3 e 4, unicamente  se  non
effettuata per conto terzi a  titolo  oneroso  e  se  realizzata  con
sporgenze non superiori a 3 cm rispetto alla superficie  del  veicolo
sulla  quale  sono  applicate,  fermi  restando  i  limiti   di   cui
all'articolo 61 del codice.  Sulle  autovetture  ad  uso  privato  e'
consentita unicamente  l'apposizione  del  marchio  e  della  ragione
sociale della ditta cui appartiene il veicolo. 
  2. La pubblicita' non luminosa per conto terzi  e'  consentita  sui
veicoli adibiti al trasporto di linea e non di  linea  alle  seguenti
condizioni: 
    a) che non sia realizzata mediante messaggi variabili; 
    b) che non sia esposta sulla parte anteriore del veicolo; 
    c) che sulle altre parti del veicolo sia posizionata, rispetto ai
dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione ed alle targhe,
in modo tale da non ridurre la visibilita' e la percettibilita' degli
stessi; 
    d) che sia contenuta entro forme geometriche regolari; 
    e) che, se realizzata mediante pannelli  aggiuntivi,  gli  stessi
non sporgano di oltre 3 cm rispetto alla superficie sulla quale  sono
applicati. ((17)) 
  ((3. La pubblicita' non luminosa per conto terzi e' consentita  sui
veicoli adibiti al servizio taxi unicamente  se  effettuata  mediante
scritte con caratteri alfanumerici, abbinati a marchi e  simboli,  ed
alle seguenti ulteriori condizioni: 
    a) che sia realizzata con pannello rettangolare piano bifacciale,
saldamente ancorato al di sopra dell'abitacolo del veicolo e posto in
posizione parallela al senso di marcia. Il  pannello  deve  avere  le
dimensioni esterne di 75 times35 cm e la pubblicita' non deve  essere
realizzata con messaggi variabili; 
    b)  che  sia  realizzata  tramite  l'applicazione   sul   lunotto
posteriore del veicolo di pellicola della misura di 100 times12 cm; 
    c) che sia realizzata tramite l'applicazione di  pellicola  sulle
superfici del veicolo ad esclusione di quelle vetrate. Le esposizioni
pubblicitarie di cui alle lettere a) e c) sono alternative tra  loro.
I veicoli adibiti al servizio taxi sui quali  sono  esposti  messaggi
pubblicitari  di  cui  al  capo  a)  non  possono   circolare   sulle
autostrade.)) 
  4. L'apposizione di scritte e messaggi pubblicitari rifrangenti  e'
ammessa sui veicoli unicamente alle seguenti condizioni: 
    a)  che  la  pellicola  utilizzata   abbia   caratteristiche   di
rifrangenza non superiori a quelle di classe 1; 
    b) che la superficie della parte rifrangente non occupi  piu'  di
due terzi della fiancata del veicolo e comunque non sia superiore a 3
m2; 
    c) che il colore bianco sia contenuto nella misura non  superiore
ad 1/6 della superficie; 
    d) che sia esposta unicamente sui fianchi del veicolo a  distanza
non inferiore a 70 cm dai dispositivi di segnalazione visiva; 
    e) che non sia realizzata mediante messaggi variabili. 
  5. In tutti i casi, le scritte, i simboli  e  la  combinazione  dei
colori non devono generare confusione con i segnali  stradali  e,  in
particolare, non devono avere forme di  disco  o  di  triangolo,  ne'
disegni confondibili  con  i  simboli  segnaletici  regolamentari  di
pericolo, obbligo, prescrizione o indicazione. 
  6. All'interno dei veicoli  e'  proibita  ogni  scritta  o  insegna
luminosa   pubblicitaria   che   sia   visibile,    direttamente    o
indirettamente, dal  conducente  o  che  comunque  possa  determinare
abbagliamento  o  motivo  di  confusione   con   i   dispositivi   di
segnalazione visiva e di illuminazione dei veicoli stessi. 
  7. Le disposizioni di cui ai commi precedenti non si  applicano  ai
veicoli al seguito delle competizioni sportive autorizzate  ai  sensi
dell'articolo 9 del codice. 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (17) 
  Il D.Lgs. 19 novembre 1997, n. 422, come modificato dal  D.Lgs.  20
settembre 1999, n. 400, ha disposto (con l'art. 57, comma 2) che  nel
comma 2 del presente  articolo,  dopo  le  parole:  "di  linea"  sono
inserite le seguenti: "e non di linea", ad eccezione dei taxi.