DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 dicembre 1992, n. 495

Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-1-1993 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/02/2021)
Testo in vigore dal: 20-2-2013
aggiornamenti all'articolo
                    Art. 260 (Art. 100 Cod. Str.) 
(Caratteristiche costruttive, dimensionali, fotometriche, cromatiche 
e di leggibilita' delle targhe. Requisiti di idoneita'  per  la  loro
                           accettazione). 
  1.  Il  fondo  delle  targhe   e'   giallo   per   le   targhe   di
immatricolazione delle macchine agricole semoventi o trainate,  delle
macchine operatrici semoventi  o  trainate  e  per  tutte  le  targhe
ripetitrici; e' bianco in tutti gli altri  casi  ad  eccezione  delle
parti poste all'estremita' delle  targhe  per  autoveicoli  ((,  loro
rimorchi)) e motoveicoli. I caratteri ed il marchio  ufficiale  della
Repubblica italiana sono neri, la sigla I e' bianca, ad eccezione dei
casi di seguito indicati: 
    a) colore rosso: ((scritta)) ((. . .)) RIM. AGR.; lettera R delle
targhe ripetitrici; marchio ufficiale e caratteri alfanumerici  delle
targhe di immatricolazione delle macchine operatrici; 
    b) LETTERA SOPPRESSA DAL D.P.R. 24 NOVEMBRE 2001, N. 474; 
    c) colore  azzurro:  lettere  EE  di  tutte  le  targhe  previste
dall'articolo 134, comma 1, del codice. 
    c-bis) colore nero: sigla I alle targhe per escursionisti esteri,
quando prevista; ((44)) 
  2. Tutti i caratteri  alfanumerici  e  gli  elementi  complementari
impressi nelle targhe sono realizzati  mediante  imbutitura  profonda
1,4 (Piu' o Meno) 0,1 mm, che puo' essere ridotta fino a 0,5  mm  per
il cerchio su cui e' stampato il marchio ufficiale  della  Repubblica
Italiana, per l'ellisse su cui  e'  stampata  la  sigla  dello  Stato
italiano nelle targhe per escursionisti  esteri,  per  il  rettangolo
destinato a contenere il talloncino  di  scadenza  nelle  targhe  per
escursionisti esteri nonche' per i riquadri rettangolari delle targhe
ripetitrici, di cui all'appendice XII, comma 3, al presente titolo. 
  3. Nelle targhe degli autoveicoli, dei rimorchi e  dei  motoveicoli
degli escursionisti esteri, la zona rettangolare in rilievo larga  69
mm ed alta 20  mm  e'  destinata  a  contenere  un  talloncino  delle
medesime dimensioni, in materiale autoadesivo di  colore  rosso,  con
impressi, in colore bianco, il numero del  mese  e,  dopo  un  tratto
bianco di separazione, le ultime due cifre dell'anno in cui scade  la
validita'   della   carta   di   circolazione.   Nelle   targhe    di
immatricolazione  degli  autoveicoli  ((,  dei   rimorchi))   e   dei
motoveicoli  la  zona  rettangolare  posta  all'estrema   destra   e'
destinata a contenere due talloncini in  materiale  autoadesivo,  che
non formano parte integrante della targa e non  influiscono  ai  fini
dell'identificazione del veicolo  e  del  relativo  intestatario:  il
primo, da applicarsi nella parte alta, reca in giallo le  ultime  due
cifre dell'anno di immatricolazione; il secondo, da applicarsi  nella
parte bassa, reca in bianco la sigla  della  provincia  di  residenza
dell'intestatario della carta di circolazione. ((44)) 
  4. Le dimensioni delle targhe e il formato dei  relativi  caratteri
sono quelli previsti nelle figure allegate al presente regolamento. 
  5. Il sistema di targatura stabilito dal presente regolamento entra
in vigore, ai sensi dell'articolo 235, comma 7, del codice, a partire
dal 1 ottobre 1993 progressivamente con l'esaurimento delle targhe di
vecchio tipo ancora in giacenza presso gli uffici  provinciali  della
Direzione generale della M.C.T.C. e comunque non oltre il 31 dicembre
1996.  Gli  autoveicoli,  i  rimorchi,  i  motoveicoli,  le  macchine
agricole semoventi e trainate, le  macchine  operatrici  semoventi  e
trainate, gia' immatricolati, possono continuare a circolare  con  la
targa di immatricolazione  (e  con  quella  anteriore,  ove  ricorra)
originale. Le targhe di  immatricolazione  degli  autoveicoli  e  dei
motoveicoli rilasciate secondo il sistema di targatura in vigore  dal
1  ottobre  1993  possono  esse  sostituite,  con  la  stessa   sigla
alfanumerica ed a richiesta degli interessati, con le nuove targhe in
uso dal l gennaio 1999, secondo le modalita' stabilite dal  Ministero
dei trasporti e della navigazione, senza che si  configuri  l'ipotesi
di reimmatricolazione di cui all'articolo 102 del decreto legislativo
30 aprile 1992, n. 285. 
  6.  Le  caratteristiche   ed   i   requisiti   di   idoneita'   per
l'accettazione  delle  targhe  devono  rispondere  alle  prescrizioni
dettate  dal  disciplinare  tecnico  di  cui  all'appendice  XIII  al
presente titolo. 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (44) 
  Il D.P.R. 28 settembre 2012, n. 198, ha  disposto  (con  l'art.  8,
comma 1) che "Le disposizioni di cui agli articoli da 2 a  7  entrano
in vigore a decorrere dal novantesimo giorno successivo alla data  di
pubblicazione del presente decreto e, per effetto  dell'articolo  11,
comma 8, della legge 29 luglio 2010, n. 120,  si  applicano  ai  soli
rimorchi immatricolati successivamente alla predetta data di  entrata
in vigore, fatta salva la facolta' di immatricolare nuovamente quelli
gia' immessi in circolazione."