DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 19 marzo 1990, n. 70

Ulteriori norme di attuazione dello statuto speciale della regione Friuli-Venezia Giulia in materia di assistenza scolastica a favore degli studenti universitari e di assistenza a particolari categorie.

note: Entrata in vigore del decreto: 19/04/90
  • Articoli
  • ASSISTENZA SCOLASTICA
    A FAVORE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI
  • 1
  • 2
  • ASSISTENZA A FAVORE DI PARTICOLARI CATEGORIE
  • 3
  • 4
  • DISPOSIZIONI FINALI
  • 5
Testo in vigore dal: 19-4-1990
attiva riferimenti normativi
                               Art. 4.
  1.  Unitamente  alle  funzioni  ed  ai  compiti  di cui all'art. 3,
passano alla regione:
    a)   le   strutture   operative  e  gli  uffici  degli  enti  ivi
considerati, esistenti nel Friuli-Venezia Giulia;
    b)  i  beni  mobili  ed  immobili,  di  spettanza  dei  medesimi,
esistenti nel  Friuli-Venezia  Giulia  ed  amministrati  dall'ufficio
stralcio  di  cui  all'art.  119  del  decreto  del  Presidente della
Repubblica 24 luglio 1977, n. 616.
  2.  Per  l'attuazione  di  quanto disposto nel comma 1, si segue il
procedimento stabilito dall'art. 6 del decreto del  Presidente  della
Repubblica  18  dicembre 1979, n. 839, facendosi decorrere il termine
ivi stabilito dalla data di entrata in vigore del presente decreto.
  3.  Il  personale gia' in servizio presso le strutture e gli uffici
di cui al comma 1 ed amministrato dal suddetto  ufficio  stralcio  e'
posto  a  disposizione  della regione. Al suo inquadramento nel ruolo
regionale si provvede,  con  il  suo  consenso,  nel  rispetto  delle
posizioni  economiche  gia'  acquisite ed, in quanto possibile, delle
posizioni giuridiche che siano compatibili con lo stato giuridico del
personale regionale.
          Note all'art. 4:
             -  Per  il testo dell'art. 119 del D.P.R. n. 616/1977 si
          veda la nota all'art. 3.
             -  Il D.P.R. n. 839/1979 reca norme di attuazione per il
          trasferimento  alla  regione   Friuli-Venezia   Giulia   di
          funzioni,  personale  e  beni  degli  enti soppressi con la
          legge n. 641/1978. Il testo  del  relativo  art.  6  e'  il
          seguente:
             "Art.  6.  -  Entro trenta giorni dall'entrata in vigore
          del presente decreto, gli uffici stralcio, di cui  all'art.
          119  del  decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio
          1977, n. 616, provvederanno a trasmettere  alla  Presidenza
          del  Consiglio dei Ministri ed alla presidenza della giunta
          regionale,  per  le  loro  osservazioni,   gli   stati   di
          consistenza relativi ai beni di cui al primo comma, lettere
          a) e b), dell'art. 3 del presente decreto.
             Gli  stati di consistenza sono approvati con decreto del
          Presidente del Consiglio dei Ministri.
             Entro  quattro  mesi  dall'approvazione  degli  stati di
          consistenza, i beni in essi descritti sono consegnati dalle
          amministrazioni  che ne sono in possesso, ai delegati della
          regione.
             I  processi  verbali  di consegna, sottoscritti da tutti
          gli intervenuti, costituiscono titolo per  la  trascrizione
          per  la  voltura  catastale  e  per  la  intavolazione  del
          trasferimento, a  favore  della  regione,  dei  diritti  ed
          obblighi,  aventi  ad  oggetto i beni consegnati, quando la
          natura dei diritti ed  obblighi  trasferiti  comporti  tali
          adempimenti".