DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 24 aprile 1982, n. 335

Ordinamento del personale della Polizia di Stato che espleta funzioni di polizia.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/06/2022)
Testo in vigore dal: 19-2-1985
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 59.
                        Richiamo in servizio

  ((Per  speciali  esigenze  di servizio della Polizia di Stato e nei
limiti  delle vacanze dei ruoli del personale che espleta funzioni di
polizia,  il  Ministro  dell'interno  puo',  sentiti gli interessati,
richiamare  coloro  che  abbiano  prestato  servizio  nei ruoli degli
agenti ed assistenti e dei sovrintendenti.
  Il  richiamo  in  servizio  e'  disposto  con  decreto del Ministro
dell'interno, di concerto con il Ministro del tesoro.
  Il richiamo ha la durata di un anno e puo' essere prorogato qualora
perdurino  le esigenze di servizio e continui a sussistere la vacanza
in organico.
  Il  Ministro  dell'interno  puo' disporre, con decreto motivato, il
ricollocamento  a  riposo  del personale richiamato anche prima della
scadenza annuale.
  Il  personale  di  cui  al  presente  articolo cessa comunque dalla
posizione di richiamo al compimento del 620 anno di eta'.
  Nei  confronti  del  personale  richiamato  possono essere disposte
promozioni  per  merito  straordinario  e continuano ad applicarsi le
norme   relative   allo  stato  giuridico  vigente  per  i  ruoli  di
appartenenza.
  Il  personale del ruolo dei sovrintendenti cui spetta la promozione
alla   qualifica   di   vice   ispettore  o  di  ispettore  ai  sensi
dell'articolo  15  del  decreto  del  Presidente  della Repubblica 24
aprile   1982,   n.   336,   puo'   essere   richiamato  in  servizio
rispettivamente  con  la  qualifica di sovrintendente principale o di
sovrintendente  capo. In tal caso le disposizioni di cui all'articolo
15 del citato decreto del Presidente della Repubblica 24 aprile 1982,
n.  336, si applicano dal giorno precedente a quello della cessazione
del richiamo)).