DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 11 luglio 1980, n. 753

Nuove norme in materia di polizia, sicurezza e regolarita' dell'esercizio delle ferrovie e di altri servizi di trasporto.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/06/2017)
Testo in vigore dal: 30-11-1980
                              Art. 91.

  Il direttore o il responsabile dell'esercizio rappresenta l'azienda
presso  gli  organi  di  vigilanza dello Stato, delle regioni e degli
enti  locali  territoriali,  secondo  le  rispettive  attribuzioni, e
risponde dell'efficienza del servizio ai fini della sicurezza e della
regolarita'.  A  tali  effetti,  in  particolare,  il  direttore o il
responsabile  dell'esercizio  cura  l'osservanza  delle  leggi  e dei
regolamenti   riguardanti   l'esercizio  stesso,  delle  disposizioni
contenute  negli  atti  di  concessione,  nonche'  delle prescrizioni
impartite dai competenti uffici della M.C.T.C., delle regioni e degli
enti  locati  territoriali,  secondo  le  rispettive  attribuzioni, e
risponde   verso   detti   organi   per  tutte  le  trasgressioni  ed
irregolarita'  che  si  dovessero  verificare nell'esercizio. Restano
ferme   le   responsabilita'   delle   aziende   esercenti   e  degli
amministratori  ai  sensi  del codice civile e delle altre specifiche
disposizioni di legge.
  Fermo  restando  quanto disposto dall'allegato A al regio decreto 8
gennaio  1931,  n.  148,  per  le  aziende  tenute ad applicarlo, gli
amministratori delle aziende esercenti devono attribuire al direttore
od  al  responsabile  dell'esercizio  i  poteri  e  gli strumenti per
l'effettivo  governo  del  servizio  di  trasporto,  ivi compreso, in
particolare,  quello di dare il proprio benestare sull'assunzione del
personale  dell'esercizio  e  sul  conferimento e la variazione delle
relative mansioni.
  Il  direttore  o  il  responsabile  dell'esercizio  ha l'obbligo di
risiedere  in  prossimita'  di  una  delle  stazioni  principali  del
servizio  di  trasporto  al  quale e' preposto, salvo motivata deroga
accordata  dal competente ufficio della M.C.T.C. nonche' dagli organi
regionali per i servizi rientranti nelle loro attribuzioni. Egli deve
comunque  essere reperibile nei periodi di funzionamento del servizio
stesso.
  Per  l'eventualita'  di  sua  temporanea assenza od impedimento, il
direttore   od   il  responsabile  dell'esercizio  deve  nominare  un
sostituto  di sua fiducia, secondo le modalita' stabilite con decreto
del Ministro dei trasporti.