DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 11 luglio 1980, n. 753

Nuove norme in materia di polizia, sicurezza e regolarita' dell'esercizio delle ferrovie e di altri servizi di trasporto.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/06/2017)
Testo in vigore dal: 25-11-1993
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 104. 
 
  Salvo quanto previsto dal precedente art. 103, sono abrogati: 
    - gli articoli 210, 211, 213, 217, 218, 219, 220, 221, 222,  223,
224, 226, 233, 234, 235, 236, 237, 238, 239, 240, 241, 301, 302, 303,
305, 306, 307, 308, 309, 310, 311, 314,  315,  316,  317,  318  e  la
dizione "in quelle stazioni che verranno designate dal Ministero  dei
lavori pubblici" dell'art. 304 della legge 20 marzo  1865,  n.  2248,
allegato F; 
    - il regolamento approvato con il regio decreto 31 ottobre  1873,
n. 1687; 
    - gli articoli 7, 8, punto 2°, 9, 10, 12, 15, 16 del  regolamento
approvato con regio decreto 31 ottobre 1873, n. 1688; 
    - il regio decreto 22 maggio 1892, n. 354; 
    - il regio decreto 23 giugno 1895, n. 385; 
    - la legge 27 dicembre 1896, n. 561; 
    - il regio decreto 8 gennaio 1899, n. 4; 
    - la legge 21 dicembre 1899, n. 446; 
    - il regio decreto 22 marzo 1900, n. 143; 
    - il regio decreto 22 marzo 1900, n. 145; 
    - gli articoli 3, 5, 6, 7, 8, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 19,
20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, 34,  35,  36,
37, 38, 39, 40, 41, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51,  53,  54,
55, 56, 57, 58, 59, 60, 61, 62, 63, 64, 65, 66, 67, 68, 77,  78,  79,
82, 83, 84, 85, 86, 87, 88, 89, 90, 91, 92, 93, 94, 95, 96,  97,  98,
99, 100, 101, 102, 103, 105, 106, 107 del regolamento  approvato  con
regio decreto 17 giugno 1900, n. 306; 
    - il regio decreto 25 giugno 1905, n. 369; 
    - il regio decreto 21 agosto 1905, n. 522; 
    - gli articoli 1, ultimo comma 2, commi primo e secondo 8,  commi
secondo e terzo 9, 10, 11, 12, 13, 14, escluso ultimo comma,  23,  26
della legge 30 giugno 1906, n. 272; 
    - l'art. 7 e la dizione "e 7" dell'art. 11 della legge 25  giugno
1909, n. 372; 
    - gli articoli 3, 65, 66, 67, 68, 69, 70, 71, 72, 73, 81, 82, 87,
88, 89, 90, 91, 92, 93, 94, 95, 101, 105, 107,  109,  escluso  ultimo
comma, 110, 111, 112, 113, escluso ultimo comma, 114, 116, 117,  118,
120, 121, 124, 164, 165, 166, 167, 168, 169, 172, 174, 175, 176, 177,
206, 207, 208, 216, 244, 245, 246, 247, 248, 249, 251, 269,  270,  la
dizione ", in quelle stazioni che vengano designate dal Ministero dei
lavori pubblici" dell'art. 108 - le dizioni "118, ultimo comma," e "e
166" dell'art. 271, comma primo, del testo unico approvato con  regio
decreto 9 maggio 1912, n. 1447; 
    - il regio decreto 9 luglio 1914, n. 730; 
    - gli articoli 1 e 2 del regio decreto-legge 27 novembre 1919, n.
2375; 
    - il regio decreto-legge 7 novembre 1920, n. 1608; 
    - il regio decreto 19 novembre 1921, n. 1684; 
    - il regio decreto 19 novembre 1921, n. 1686; 
    - il regio decreto-legge 19 ottobre 1923, n. 2328; 
    - il regio decreto 13 gennaio 1924, n. 46; 
    - il regio decreto 22 novembre 1925, n. 2175; 
    - il regio decreto 9 maggio 1926, n. 1059; 
    - gli articoli 8 e 14 della legge 23 giugno 1927, n. 1110; 
    - il regio decreto 29 luglio 1928, n. 1867; 
    - il decreto ministeriale 28 novembre 1928, n. 1265; 
    - il regio decreto 9 agosto 1929, n. 1694; 
    -  gli  articoli  13,  18,  comma  primo.  19,   37   del   regio
decreto-legge 2 agosto  1929,  n.  2150,  convertito  nella  legge  2
dicembre 1930, n. 1752; 
    - l'art. 8, comma sesto, del regio decreto  8  gennaio  1931,  n.
148; 
    - il regio decreto-legge 18 gennaio 1932, n. 43, convertito nella
legge 24 marzo 1932, n. 300; 
    - il decreto ministeriale 28 marzo 1932, n. 1966; 
    - il regio decreto-legge 4 dicembre  1933,  n.  1860,  convertito
nella legge 7 giugno 1934, n. 1062; 
    - il decreto ministeriale 23 aprile 1935, n. 2995; 
    - il decreto ministeriale 26 novembre 1935, n. 1285; 
    - gli articoli 1, commi  terzo  e  quarto,  3,  4,  6  del  regio
decreto-legge 7 settembre 1938, n. 1696,  convertito  nella  legge  5
gennaio 1939, n. 8; 
    - gli articoli 20, commi primo, secondo e terzo, 21, 27, 30 e  36
della legge 28 settembre 1939, n. 1822; 
    - il decreto ministeriale 26 novembre 1940, n. 1710; 
    - il decreto legislativo luogotenenziale 25 maggio 1945, n. 344; 
    - il comma quinto dell'art. 13 e il comma quinto dell'art. 27 del
decreto legislativo 7 maggio 1948, n. 1173; 
    - il decreto del Presidente della Repubblica 17 gennaio 1951,  n.
173; 
    - il decreto del Presidente della Repubblica 25 luglio  1952,  n.
1139; 
    - gli articoli 4, 5, 6, 8, 9, 10, 11, 12, 14, 15, 16,  21,  comma
secondo, 23, 24, 25, 26, commi terzo e quarto, 28, 29, 50,  52  e  la
dizione ", in quelle stazioni o fermate  che  vengano  designate  dal
competente ispettorato compartimentale od  ufficio  distaccato  della
motorizzazione civile e dei trasporti in concessione" dell'art. 7 del
decreto del Presidente della Repubblica 28 giugno 1955, n. 771; 
    - il regolamento  approvato  con  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 18 ottobre 1957, n. 1367; 
    - la legge 27 luglio 1967, n. 660; 
    - la legge 20 marzo 1968, n. 304; 
    - gli articoli 1, 3, 4 e 5 della legge 12 novembre 1968, n. 1202;
- la legge 4 marzo 1969, n. 89; 
    - il comma terzo dell'art. 86 del decreto  del  Presidente  della
Repubblica 24 luglio 1977, n. 616; 
    - tutti i riferimenti ai servizi di pubblico trasporto  terrestre
contenuti nell'art. 1, lettera a), nonche' i commi  primo  e  secondo
dell'art. 2 della legge 11 novembre 1975, n. 584. 
  Sono  inoltre  abrogate  tutte  le  altre   disposizioni   comunque
contrarie o incompatibili con le norme del presente decreto. ((1)) 
 
  Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara'  inserto
nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare. 
 
  Dato a Roma, addi' 11 luglio 1980 
 
                               PERTINI 
 
                                                  COSSIGA - FORMICA - 
                                                 ROGNONI - PANDOLFI - 
                                                    MORLINO - MARCORA 
 
Visto, il Guardasigilli: MORLINO 
  Registrato alla Corte dei conti, addi' 8 novembre 1980 
  Atti di Governo, registro n. 30, foglio n. 25 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (1) 
  La Corte Costituzionale con sentenza 12 novembre 1993, n.  400  (in
G.U. 1a s.s.  24/11/1993,  n.  48)  ha  dichiarato  "l'illegittimita'
costituzionale dell'art. 104 del d.P.R. 11 luglio 1980, n. 753 (Nuove
norme in materia di polizia, sicurezza e  regolarita'  dell'esercizio
delle ferrovie e di altri servizi di trasporto), nella parte  in  cui
dispone l'abrogazione dell'art. 17, lett. c), del r.d.l.  19  ottobre
1923, n. 2328".