DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 11 luglio 1980, n. 382

Riordinamento della docenza universitaria, relativa fascia di formazione nonche' sperimentazione organizzativa e didattica.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/03/2012)
Testo in vigore dal: 18-5-1997
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4.
Assegnazione  di  posti  di  professore  ordinario per le chiamate di
studiosi stranieri

  Il  Ministro della pubblica istruzione, su richiesta delle facolta'
e su parere del Consiglio universitario nazionale, puo' riservare una
percentuale  di posti, di professore ordinario non superiore al 5 per
cento  della  dotazione  organica  di  ogni  singola  facolta',  alle
proposte  di  chiamata  diretta, da parte delle facolta', di studiosi
eminenti  di nazionalita' non italiana che occupino analoga posizione
in Universita' straniere.
  La proposta di chiamata deve essere adottata con la maggioranza dei
due  terzi  dei professori ordinari del consiglio di facolta', che si
pronuncia  sulla  qualita' scientifica dello studioso. La proposta e'
accompagnata  da  una  motivata  relazione  che  illustra  la  figura
scientifica  del  candidato.  Il  Ministro  della pubblica istruzione
dispone  l'assegnazione  del  posto  e  la  nomina del professore con
proprio   decreto,  determinando  la  relativa  classe  di  stipendio
corrispondente  sulla base dell'anzianita' di docenza e di ogni altro
elemento di valutazione.
  I  posti  di  professore  ordinario assegnati ai sensi del presente
articolo  sono  recuperati  in  caso  di  rinuncia,  trasferimento  o
cessazione dal servizio dei loro titolari.
  Restano  in vigore le norme che regolano l'ammissione dei cittadini
stranieri  ai concorsi ai posti di ruolo di professore universitario.
((22))
--------------
AGGIORNAMENTO (22)
  La L. 15 maggio 1997, n. 127 ha disposto (con l'art. 17, comma 112)
che  "Fino al riordino della disciplina relativa allo stato giuridico
dei  professori universitari e del relativo reclutamento, il Ministro
dell'universita'  e  della  ricerca  scientifica  e  tecnologica, con
proprio  decreto,  definisce  i  criteri  per la chiamata diretta, da
parte  delle  facolta',  di eminenti studiosi, non solo italiani, che
occupino  analoga  posizione  in  universita'  straniere  o che siano
insigniti    di    alti    riconoscimenti   scientifici   in   ambito
internazionale.   L'articolo  4  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica  11  luglio  1980,  n.  382,  e'  abrogato  dalla  data di
emanazione del predetto decreto."