DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 19 giugno 1979, n. 348

Norme di attuazione dello statuto speciale per la Sardegna in riferimento alla legge 22 luglio 1975, n. 382 e al decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/03/2004)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 24-8-1979
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'art. 87, comma quinto, della Costituzione;
  Vista  la  legge  costituzionale  26  febbraio  1948,  n. 3, che ha
approvato lo statuto speciale della regione autonoma della Sardegna;
  Sentito  il  parere della commissione paritetica prevista dall'art.
56,  primo  comma, della legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3,
nonche'  il  parere  del  Consiglio, regionale della regione autonoma
della Sardegna;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri, di
concerto   con   i   Ministri  dell'interno,  del  bilancio  e  della
programmazione economica e del tesoro;

                              Decreta:
                               Art. 1.

  Il  presente  decreto  attua il trasferimento alla regione autonoma
della  Sardegna  delle funzioni amministrative nelle materie indicate
dagli  articoli  3,  4  e  5  dello statuto speciale per la Sardegna,
approvato  con  legge  costituzionale  26 febbraio 1948, n. 3, ancora
esercitate  dagli  organi centrali e periferici dello Stato e da enti
pubblici nazionali, e la delega alla stessa regione dell'esercizio di
altre funzioni amministrative ai sensi dell'art. 6 di detto statuto.
  Negli  articoli  seguenti e' usata per indicare la regione autonoma
della Sardegna la sola parola "regione".