DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 dicembre 1975, n. 854

Attribuzioni del Ministero dell'interno in materia di documenti archivistici non ammessi alla libera consultabilita'.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 07/03/2001)
Testo in vigore dal: 22-3-2001
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3.

  Per  i  documenti prodotti dagli uffici delle amministrazioni dello
Stato,   l'accertamento  della  natura  degli  atti  non  liberamente
consultabili  e'  effettuato  dalle  commissioni  di  sorveglianza in
occasione  degli  adempimenti di cui alla lettera d) dell'art. 25 del
decreto  del  Presidente della Repubblica 30 settembre 1963, n. 1409.
Il  provvedimento  definitivo e' adottato dal Ministro per l'interno,
sentito il parere del Ministro per i beni culturali ed ambientali.
  Le  commissioni di sorveglianza previste dagli articoli 25 e 27 del
richiamato decreto del Presidente della Repubblica 30 settembre 1963,
n. 1409, sono modificate nella loro composizione con l'aggiunta di un
rappresentante  dell'Amministrazione  civile  dell'interno, designato
dal Ministro per l'interno.
  Nei  casi  previsti  dagli  articoli  32, 33, 34, 39, 42 del citato
decreto  del  Presidente  della  Repubblica,  il Ministero per i beni
culturali  ed  ambientali  e gli organi periferici da esso dipendenti
provvedono  a  segnalare  al  Ministero  dell'interno  la presenza di
documenti  relativi agli ultimi 70 anni. La determinazione degli atti
eventualmente   non  consultabili  e'  effettuata  dal  Ministro  per
l'interno,  sentito  il  parere  del Ministro per i beni culturali ed
ambientali.
  ((COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 8 GENNAIO 2001, N. 37)).
  Per gli atti conservati negli archivi di Stato alla data di entrata
in vigore del presente decreto, l'individuazione dei documenti aventi
carattere riservato ai sensi del primo comma dell'art. 21 del decreto
del  Presidente  della  Repubblica  30  settembre  1963,  n. 1409, e'
effettuata dal Ministro per l'interno, sentito il parere del Ministro
per i beni culturali ed ambientali.