DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 29 settembre 1973, n. 602

Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/07/2022)
Testo in vigore dal: 21-8-2013
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 52. 
                     (Procedimento di vendita). 
 
  1. La vendita dei beni pignorati e' effettuata,  mediante  pubblico
incanto o nelle altre forme previste dal presente decreto, a cura del
concessionario, senza  necessita'  di  autorizzazione  dell'autorita'
giudiziaria. 
  2.  L'incanto  e'  tenuto  e  verbalizzato   dall'ufficiale   della
riscossione. 
  2-bis. Il debitore ha facolta' di procedere alla vendita  del  bene
pignorato o ipotecato al valore determinato ai sensi  degli  articoli
68 ((, 79 e 80, comma 2, lettera b),)) con  il  consenso  dell'agente
della riscossione, il quale interviene nell'atto  di  cessione  e  al
quale  e'  interamente  versato  il  corrispettivo   della   vendita.
L'eccedenza del corrispettivo rispetto al  debito  e'  rimborsata  al
debitore entro i dieci giorni lavorativi successivi all'incasso. 
  ((2-ter. Nel caso in cui il debitore eserciti la facolta' di cui al
comma 2-bis, la vendita del bene  deve  aver  luogo  entro  i  cinque
giorni antecedenti la data fissata, ai sensi degli articoli 66 e  78,
per il primo incanto, ovvero la nuova data eventualmente fissata  per
effetto della nomina di cui all'articolo 80, comma 2, lettera b). 
  2-quater. Se la vendita di cui al comma  2-ter  non  ha  luogo  nei
cinque giorni antecedenti la data fissata per il primo incanto  e  vi
e' necessita' di procedere al secondo, il debitore, entro  il  giorno
che precede  tale  incanto,  puo'  comunque  esercitare  la  facolta'
prevista dal comma 2-bis al prezzo stabilito ai sensi degli  articoli
69 e 81.))