DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1 febbraio 1973, n. 50

Esercizio del diritto di voto per le elezioni del consiglio regionale del Trentino-Alto Adige, nonche' per quelle dei consigli comunali della provincia di Bolzano, in attuazione della legge costituzionale 10 novembre 1971, n. 1.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/02/2003)
Testo in vigore dal: 23-2-2003
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5.

     (( (Esercizio del diritto di voto per i cittadini residenti
    nel territorio della provincia di Bolzano non in possesso del
requisito residenziale di cui all'articolo 25 dello statuto)

  1.  Nei  comuni  della  Repubblica e' istituita la lista elettorale
aggiunta nella quale sono iscritti i cittadini residenti in un comune
della  provincia  di  Bolzano che non siano in possesso del requisito
residenziale  prescritto  dall'articolo 25 del decreto del Presidente
della  Repubblica  31  agosto  1972, n. 670. L'iscrizione nella lista
elettorale  aggiunta  decorre  dalla data di iscrizione nell'anagrafe
del  comune  della provincia di Bolzano; a tal fine, entro due giorni
dall'avvenuto  trasferimento  della  residenza  in  un  comune  della
provincia   di   Bolzano,  il  sindaco  del  comune  medesimo  ne  fa
segnalazione al comune di precedente residenza.
  2.  Ai  cittadini residenti in un comune della provincia di Bolzano
che  non siano in possesso del requisito residenziale di cui al comma
1,  e'  consentito  l'esercizio  del  diritto di voto per le elezioni
degli  organi  della  regione  o  della  provincia  o  del  comune di
precedente residenza.
  3.  Per  quanto  non  previsto  dai commi 1 e 2 per l'esercizio del
diritto elettorale attivo per l'elezione degli organi della provincia
di  Bolzano  e  degli  organi dei comuni della medesima provincia, si
applicano  in  quanto compatibili con il diverso periodo residenziale
prescritto  le  disposizioni  di  cui  agli  articoli  1,  2,  3 e 4,
intendendosi sostituiti i riferimenti alla provincia di Trento con la
provincia  di  Bolzano  e  i  riferimenti al Consiglio provinciale di
Trento  con  il  Consiglio  provinciale  di  Bolzano o con i consigli
comunali della provincia di Bolzano.))
-----------------
AGGIORNAMENTO (1)
  La  Corte  Costituzionale  con sentenza 11- 17 febbraio 1987, n. 42
(in  G.U.  1a  s.s.  25/02/1987, n. 9) ha dichiarato l'illegittimita'
costituzionale  dell'art.  5, secondo comma, d.P.R. 1› febbraio 1973,
n.  50  (esercizio  del diritto di voto per le elezioni del Consiglio
regionale  del T.A.A., nonche' per quelle dei Consigli comunali della
provincia  di  Bolzano),  16, secondo comma, legge regionale 6 aprile
1956,  n. 5, come modificato dalla legge regionale 10 agosto 1974, n.
6  (composizione  ed  elezione  degli  organi  delle  amministrazioni
comunali), e 15, secondo comma, del testo unico delle leggi regionali
27  marzo  1980,  n.  445 sulla composizione ed elezione dei predetti
organi,   nelle   parti  in  cui  prescrivono  "almeno  due  anni  di
ininterrotta  residenza nel territorio della provincia di Bolzano" ai
fini  dell'esercizio del diritto di voto per le elezioni dei Consigli
comunali compresi in detta provincia.