DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 ottobre 1972, n. 638

Disposizioni per l'attribuzione di somme agli enti indicati nell'art. 14 della legge 9 ottobre 1971, n. 825, in sostituzione di tributi, contributi e compartecipazioni e norme per la delegabilita' delle entrate.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/04/1998)
Testo in vigore dal: 30-4-1998
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 20.

 ARTICOLO ABROGATO DAL D.LGS. 13 DICEMBRE 1993, N.546 (16)(17)((20))
--------------
AGGIORNAMENTO (16)
Il  D.Lgs. 13 dicembre 1993, n. 546, ha disposto (con l'art.80, comma
2)  che  "  Le  disposizioni del presente decreto hanno effetto dalla
data  di  insediamento  delle  commissioni  tributarie  provinciali e
regionali  salvo  quanto stabilito dagli articoli 74 e 75 che, per le
controversie  pendenti  alla  data  di entrata in vigore del presente
decreto,  si  applicano  a  partire dalla predetta data di entrata in
vigore."
-------------
AGGIORNAMENTO (17)
Il  D.Lgs.  13  dicembre  1993,  n.  546, come modificato dal D.L. 30
agosto  1993, n.331, convertito con modificazioni dalla L. 29 ottobre
1993,  n.  427,  ha  disposto  (con  l'art.80,  comma  2)  che  "  Le
disposizioni  del  presente  decreto  hanno  effetto  dalla  data  di
insediamento delle commissioni tributarie provinciali e regionali".
Il  D.L. 30 agosto 1993, n.331, convertito con modificazioni dalla L.
29  ottobre  1993,  n.427,  ha disposto (con l'art.69, comma 7) che "
Nell'articolo  20,  primo  comma,  del  decreto  del Presidente della
Repubblica  26 ottobre 1972, n. 638, e nell'articolo 24, primo comma,
del  decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 639,
dopo  le  parole:  "in  seconda  istanza," sono aggiunte le seguenti:
"quando  l'ammontare del tributo in contestazione e' superiore a lire
300 mila,".
------------
AGGIORNAMNETO (20)
La  Corte  Costituzionale  con sentenza 20-23 aprile 19998, n.132 (in
G.U.  1a  s.s.  29/4/1998,  n.  17)  ha  dichiarato "l'illegittimita'
costituzionale  dell'art.  20  del  d.P.R.  26  ottobre  1972, n. 638
(Disposizione   per   l'attribuzione  di  somme  agli  enti  indicati
nell'art.  14  della legge 9 ottobre 1971, n. 825, in sostituzione di
tributi,  contributi e compartecipazioni e norme per la delegabilita'
delle  entrate),  nella  parte  in  cui  non  prevede l'esperibilita'
dell'azione  giudiziaria  anche  in  mancanza  del preventivo ricorso
amministrativo."