DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 dicembre 1970, n. 1077

Riordinamento delle carriere degli impiegati civili dello Stato.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 12/10/2004)
Testo in vigore dal: 13-7-1980
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 16. 
(Nomina a  direttore  di  sezione  di  impiegati  della  carriera  di
                              concetto) 
 
  La  nomina  direttore  di  sezione,  o  qualifiche  equiparate,  si
consegue mediante concorso per esami nella misura  di  un  sesto  dei
posti annualmente disponibili nel  ruolo  organico.  La  frazione  di
posto non inferiore alla meta' si computa come posto intero;  ove  al
concorso non possa essere attribuito alcun posto si procedera', negli
anni successivi, alle opportune operazioni di conguaglio. 
  Al concorso sono ammessi gli impiegati delle carriere (di  concetto
della stessa amministrazione con  qualifica  di  segretario  capo,  o
equiparata, nonche'  di  segretario  principale,  o  equiparata,  con
almeno cinque  anni  di  effettivo  servizio  nella  qualifica,  o  a
prescindere da tale anzianita' se in possesso del prescritto  diploma
di laurea. 
  Il passaggio alle carriere tecniche e' limitato agli  impiegati  in
possesso  del  titolo  di  studio  prescritto   e   delle   eventuali
specializzazioni. 
  Gli esami del concorso sono a carattere  teorico-pratico  e  devono
tendere ad accertare la preparazione professionale e l'altitudine dei
concorrenti alla soluzione di questioni di carattere amministrativo o
tecnico. 
  Il programma degli esami e' stabilito con i criteri e le  modalita'
di cui al precedente art. 3. 
  L'ammissione al concorso per coloro che  non  siano  provvisti  del
prescritto titolo di studio e' subordinata al giudizio favorevole del
consiglio di amministrazione che, a  tale  fine,  tiene  conto  della
qualita' del servizio prestato, del rendimento, delle  attitudini  ad
esercitare le funzioni  della  carriera  direttiva  e  del  risultato
conseguito nei corsi di integrazione. 
  Nel mese di febbraio  di  ogni  anno  e'  pubblicato  il  bando  di
concorso per i posti  che  si  sono  resi  disponibili  entro  il  31
dicembre precedente. 
  Si osservano, in quanto compatibili, le disposizioni concernenti  i
concorsi di ammissione in carriera e la nomina in ruolo; le  previste
pubblicazioni     sono     fatte     nel     Bollettino     ufficiale
dell'amministrazione. 
  La nomina dei vincitori decorre a tutti gli effetti dal 1°  gennaio
dell'anno  successivo  a  quello  in  cui   si   e'   verificata   la
disponibilita' dei posti  messi  a  concorso.  I  vincitori  medesimi
seguono nel ruolo gli impiegati promossi, mediante scrutinio, con  la
stessa decorrenza. 
  I vincitori che non riportino un giudizio favorevole al termine del
periodo di prova sono restituiti al ruolo di provenienza. ((9a)) 
    
----------------
    
AGGIORNAMENTO (9a) 
  La L. 11 luglio 1980, n. 312 ha disposto (con l'art. 155, comma  4)
che "I concorsi per passaggi di carriera previsti dagli articoli  16,
21 e 27 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 1970,
n. 1077, sono portati a termine se gia'  indetti  entro  la  data  di
entrata in vigore della presente legge".