DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 maggio 1963, n. 730

Norme relative al trasferimento all'Ente Nazionale per l'Energia Elettrica delle attivita' elettriche esercitate direttamente dall'Amministrazione delle ferrovie dello Stato e dalla fornitura dell'energia alla stessa Amministrazione.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/12/2009)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 16-6-1963
attiva riferimenti normativi
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Vista  la  legge  6  dicembre  1962,  n.  1643,  sulla  istituzione
dell'Ente  Nazionale  per l'Energia Elettrica e trasferimento ad esso
delle imprese esercenti le industrie elettriche;
  Visto l'art. 76 della Costituzione;
  Visto l'art. 87, quinto comma, della Costituzione;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta  del Ministro per l'industria e per il commercio di
concerto con il Ministro per i trasporti;

                              Decreta:
                               Art. 1.

  Ai sensi dell'art. 4 della legge 6 dicembre 1962, numero 1643, sono
da  trasferire  all'ENEL  i  complessi  dei  beni  mobili ed immobili
indicati  nell'elenco  allegato  al  presente decreto, destinati alle
attivita'  di  cui  al  primo comma dell'art. 1 della legge predetta,
esercitate  direttamente  dall'Amministrazione  delle  ferrovie dello
Stato,  nonche'  gli  accessori,  le  pertinenze e tutto cio' che sia
attinente   all'esercizio   delle   menzionate  attivita',  cui  sono
destinati i beni predetti.