DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 giugno 1955, n. 771

Decentramento dei servizi del Ministero dei trasporti, Ispettorato generale della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/11/1980)
Testo in vigore dal: 14-9-1955
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Viste  le  leggi  11  marzo  1953, n. 150 e 18 giugno 1954, n. 343,
concernenti  delega  legislativa  al  Governo  per  l'attribuzione di
funzioni statali di interesse esclusivamente locale alle Province, ai
Comuni  e  ad  altri Enti locali e per l'attuazione del decentramento
amministrativo;
  Visto l'art. 87, comma quinto, della Costituzione;
  Udito il parere della Commissione consultiva istituita con l'art. 2
della legge 11 marzo 1953, n. 150;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro
per  l'interno,  di  concerto con il Ministro per i trasporti e con i
Ministri per il tesoro e per l'industria e commercio;

                              Decreta:
                               Art. 1.

  Con  l'osservanza  delle  norme contenute nel presente decreto e di
ogni  altra  disposizione  di  legge,  in  quanto  compatibile con le
medesime,  le  attribuzioni di spettanza del Ministero dei trasporti,
di cui agli articoli seguenti, sono devolute agli organi ed agli enti
indicati   negli  articoli  stessi,  i  quali  provvederanno  in  via
definitiva, salvo che non sia diversamente disposto.