DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/07/2022)
Testo in vigore dal: 2-1-2000
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 446. 
           Richiesta di applicazione della pena e consenso 
((1. Le parti possono formulare la richiesta prevista  dall'articolo,
444, comma 1, fino alla presentazione delle conclusioni di  cui  agli
articoli 421, comma 3, e 422, comma 3, e fino alla  dichiarazione  di
apertura del dibattimento di primo grado nel  giudizio  direttissimo.
Se e' stato notificato il decreto di giudizio immediato, la richiesta
e' formulata entro il termine e con le forme stabilite  dall'articolo
458, comma 1)). 
  2.  La  richiesta  e  il  consenso  nell'udienza   sono   formulati
oralmente; negli altri casi sono formulati con atto scritto. 
  3. La volonta' dell'imputato e' espressa personalmente o a mezzo di
procuratore speciale e la sottoscrizione e' autenticata  nelle  forme
previste dall'articolo 583 comma 3. 
((4. Il consenso sulla richiesta puo' essere  dato  entro  i  termini
previsti dal comma 1, anche se in precedenza era stato negato)). 
  5. Il giudice, se ritiene  opportuno  verificare  la  volontarieta'
della   richiesta   o   del   consenso,   dispone   la   comparizione
dell'imputato. 
  6. Il pubblico ministero, in caso di dissenso, deve  enunciarne  le
ragioni.