DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/07/2022)
Testo in vigore dal: 2-1-2000
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 420. 
                    (( (Costituzione delle parti) 
  1. L'udienza si svolge in camera di consiglio con la partecipazione
necessaria del pubblico ministero e del difensore dell'imputato. 
  2. Il giudice procede agli accertamenti relativi alla  costituzione
delle parti ordinando la rinnovazione degli avvisi, delle  citazioni,
delle  comunicazioni  e  delle  notificazioni  di  cui  dichiara   la
nullita'. 
  3. Se  il  difensore  dell'imputato  non  e'  presente  il  giudice
provvede a norma dell'articolo 97, comma 4. 
  4. Il verbale dell'udienza preliminare  e'  redatto  di  regola  in
forma riassuntiva a norma dell'articolo 140, comma 2; il giudice,  su
richiesta di parte, dispone la riproduzione fonografica o audiovisiva
ovvero la redazione del verbale con la stenotipia. )) 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (15) 
  La Corte costituzionale, con sentenza  28  novembre  -  3  dicembre
1990, n. 529 (in G.U. 1a  s.s.  05/12/1990,  n.  48),  ha  dichiarato
"l'illegittimita' costituzionale dell'art. 420, comma 5,  del  codice
di procedura penale (approvato con d.P.R. 22 ottobre 1988,  n.  247),
nella parte in  cui  dopo  la  parola  "redatto"  prevede  "soltanto"
anziche' "di regola";".