DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2022)
Testo in vigore dal: 25-3-2016
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 416. 
        Presentazione della richiesta del pubblico ministero 
  1. La richiesta di rinvio a giudizio  e'  depositata  dal  pubblico
ministero nella cancelleria del giudice. La  richiesta  di  rinvio  a
giudizio  e'  nulla  se  non  e'  preceduta   dall'avviso,   previsto
dall'articolo 415-bis, nonche' dall'invito a presentarsi per  rendere
l'interrogatorio ai sensi dell'articolo  375.  comma  3,  qualora  la
persona sottoposta alle indagini abbia chiesto di  essere  sottoposta
ad interrogatorio entro il termine di cui all'articolo 415-bis, comma
3. (84) 
  2. Con la richiesta e' trasmesso il fascicolo contenente la notizia
di reato, la documentazione relativa  alle  indagini  espletate  e  i
verbali degli atti  compiuti  davanti  al  giudice  per  le  indagini
preliminari. Il corpo del reato e le cose pertinenti  al  reato  sono
allegati al fascicolo, qualora non debbano essere custoditi altrove. 
  2-bis. Qualora si proceda ((per i reati di cui agli  articoli  589,
secondo comma, e 589-bis del codice penale)), la richiesta di  rinvio
a giudizio del pubblico ministero deve essere depositata entro trenta
giorni dalla chiusura delle indagini preliminari. 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (84) 
  La L. 16 luglio 1997, n. 234 ha disposto (con l'art.  3,  comma  1)
che "il comma 1 dell'articolo 416 del  codice  di  procedura  penale,
come modificato dall'articolo 2, comma 2, della presente legge, ed il
comma  2  dell'articolo  555del  codice  di  procedura  penale,  come
modificato dall'articolo 2, comma 3, della  presente  legge,  non  si
applicano ai procedimenti penali nei quali, alla data di  entrata  in
vigore della presente legge, e' gia' stata  depositata  richiesta  di
rinvio a giudizio o e' gia'  stato  emesso  decreto  di  citazione  a
giudizio."