DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2022)
Testo in vigore dal: 3-8-2017
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 408. 
 Richiesta di archiviazione per infondatezza della notizia di reato 
  1. Entro i termini previsti dagli articoli precedenti, il  pubblico
ministero, se la notizia di reato e' infondata, presenta  al  giudice
richiesta  di  archiviazione.  Con  la  richiesta  e'  trasmesso   il
fascicolo contenente la notizia di reato, la documentazione  relativa
alle indagini espletate e i verbali degli atti  compiuti  davanti  al
giudice per le indagini preliminari. 
  2. L'avviso della richiesta e'  notificato,  a  cura  del  pubblico
ministero,  alla  persona  offesa  che,  nella  notizia  di  reato  o
successivamente alla sua presentazione, abbia  dichiarato  di  volere
essere informata circa l'eventuale archiviazione. 
  3. Nell'avviso e' precisato che, ((nel termine di  venti  giorni)),
la persona offesa puo'  prendere  visione  degli  atti  e  presentare
opposizione con richiesta motivata  di  prosecuzione  delle  indagini
preliminari. 
  3-bis. Per i delitti commessi con violenza alla persona ((e per  il
reato di cui all'articolo 624-bis del codice penale)), l'avviso della
richiesta di archiviazione e' in ogni caso  notificato,  a  cura  del
pubblico ministero, alla persona offesa ed il termine di cui al comma
3 e' elevato a ((trenta giorni)).