DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 settembre 1988, n. 447

Approvazione del codice di procedura penale.

note: Entrata in vigore del decreto: 24/10/1989 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/07/2022)
Testo in vigore dal: 1-1-2008
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 262. 
     Durata del sequestro e restituzione delle cose sequestrate 
  1. Quando non e' necessario mantenere il sequestro a fini di prova,
le cose sequestrate sono restituite a chi  ne  abbia  diritto,  anche
prima della sentenza. Se occorre, l'autorita'  giudiziaria  prescrive
di presentare a ogni richiesta le cose restituite e a tal  fine  puo'
imporre cauzione. 
  2. Nel caso previsto dal comma 1, la restituzione non  e'  ordinata
se il giudice dispone, a richiesta del  pubblico  ministero  o  della
parte  civile,  che  sulle  cose  appartenenti  all'imputato   o   al
responsabile civile sia mantenuto il sequestro a garanzia dei crediti
indicati nell'articolo 316. 
  3. Non si fa luogo alla restituzione e il sequestro e' mantenuto ai
fini preventivi quando il giudice provvede a norma dell'articolo 321. 
  (( 3-bis. Trascorsi cinque anni dalla data della sentenza non  piu'
soggetta ad impugnazione, le somme di denaro sequestrate, se  non  ne
e'  stata  disposta  la  confisca  e  nessuno  ne   ha   chiesto   la
restituzione, reclamando di averne diritto, sono devolute allo Stato.
)) 
  4. Dopo la sentenza  non  piu'  soggetta  a  impugnazione  le  cose
sequestrate sono restituite a chi ne abbia  diritto,  salvo  che  sia
disposta la confisca.