PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DECRETO 21 dicembre 2000, n. 452

Regolamento recante disposizioni in materia di assegni di maternita' e per il nucleo familiare, in attuazione dell'articolo 49 della legge 22 dicembre 1999, n. 488, e degli articoli 65 e 66 della legge 23 dicembre 1998, n. 448.

note: Entrata in vigore del decreto: 7-4-2001 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/07/2003)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 22-8-2001
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 14
                        Disposizioni generali

  1.  Il  diritto  all'assegno  per il nucleo familiare decorre dal 1
gennaio  dell'anno  in  cui  si  verificano  le condizioni prescritte
dall'articolo  65  della  legge, salvo che il requisito relativo alla
composizione  del nucleo familiare, concernente la presenza di almeno
tre  figli  minori  nella famiglia anagrafica del richiedente, si sia
verificato  successivamente;  in  tale  ultimo caso decorre dal primo
giorno  del  mese  in  cui  il requisito si e' verificato. Il diritto
cessa  dal  primo  giorno del mese successivo a quello in cui viene a
mancare il requisito relativo alla composizione del nucleo familiare,
ovvero  dal  1  gennaio dell'anno nel quale viene a mancare, ai sensi
del  decreto  legislativo  31  marzo  1998,  n.  109,  ((e successive
modificazioni,))  e  dei relativi decreti attuativi, il requisito del
valore dell'indicatore della situazione economica.
  2.  Ai fini della concessione dell'assegno per il nucleo familiare,
ai  figli  adottivi  sono  equiparati  i  minori  adottati  ai  sensi
dell'articolo  44  della  legge  4  maggio 1983, n. 184, e successive
modificazioni,  e  ai  genitori  sono  equiparati  gli  adottanti. Ai
medesimi  fini,  il requisito della composizione del nucleo familiare
non  si  considera  soddisfatto  se  alcuno  dei  tre  figli  minori,
quantunque  risultante nella famiglia anagrafica del richiedente, sia
in  affidamento  presso  terzi  ai sensi dell'articolo 2 della citata
legge n. 184 del 1983.
  3.  Il  richiedente  dichiara, ((a norma del decreto del Presidente
della  Repubblica  n.  445  del  2000)),  anche  contestualmente alla
domanda,  il  giorno dal quale si e' verificato il requisito relativo
alla  composizione  del nucleo familiare. Egli e' tenuto, altresi', a
comunicare  tempestivamente  al  comune  ogni evento che determini la
variazione del nucleo familiare.
  4.  Il  comune provvede alla concessione dell'assegno per il nucleo
familiare  previo  accertamento  che,  in relazione ai componenti del
nucleo, il beneficio non sia gia' stato concesso.