DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 14 ottobre 1968, n. 1195

Modificazioni allo statuto dell'Universita' degli studi di Siena.

  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 18-12-1968
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Veduto lo statuto dell'universita' degli studi di Siena,  approvato
con regio decreto 13 ottobre 1927, n. 2831  e  modificato  con  regio
decreto 31 ottobre 1929, n. 2395 e successive modificazioni; 
  Veduto  il  testo  unico  delle  leggi  sull'istruzione  superiore,
approvato con regio decreto 31 agosto 1933, numero 1592; 
  Veduto il regio decreto-legge 20 giugno 1935, n.  1071,  convertito
nella legge 2 gennaio 1936, n. 73; 
  Veduto il regio decreto 30 settembre 1938,  n.  1652  e  successive
modificazioni; 
  Vedute le proposte  di  modifiche  dello  statuto  formulate  dalle
autorita' accademiche dell'universita' anzidetta; 
  Riconosciuta  la  particolare  necessita'  di  approvare  le  nuove
modifiche proposte; 
  Sentito  il  parere  del   Consiglio   superiore   della   pubblica
istruzione; 
  Sulla proposta del Ministro per la pubblica istruzione; 
 
                              Decreta: 
 
  Lo statuto dell'Universita'  degli  studi  di  Siena,  approvato  e
modificato con i decreti sopraindicati, e'  ulteriormente  modificato
come appresso: 
 
  Dopo l'art. 110 e con il conseguente spostamento  della  successiva
numerazione sono inseriti i seguenti  nuovi  articoli  relativi  alla
istituzione presso la facolta' di medicina e chirurgia  della  scuola
di specializzazione in radiologia. 
  Scuola di specializzazione in radiologia 
  Art. 111. - Alla facolta' di medicina e chirurgia della Universita'
di Siena e' annessa la scuola di specializzazione in radiologia,  con
sede presso l'istituto di radiologia, il cui  titolare  e'  direttore
della scuola. 
  Art. 112. - La scuola conferisce due diplomi: 
    a) diploma di specialista in radiologia che abilita all'esercizio
specialistico della roentgendiagnostica, della radioterapia  e  della
medicina nucleare (diagnostica e terapeutica)  che  viene  conseguito
dopo quattro anni di corso. 
  b) diploma di specialista in  radiologia  diagnostica  che  abilita
all'esercizio specialistico della roentgendiagnostica,  e  che  viene
conseguito dopo tre anni di corso. 
  Art. 113. - Alla scuola  possono  iscriversi  solo  i  laureati  in
medicina e chirurgia nel numero massimo di  dieci  allievi  per  anno
(totale n. 30). 
  Art. 114. - Le materie di insegnamento  per  il  conseguimento  del
diploma di specializzazione in radiologia sono le seguenti: 
    1° Anno: 
      1) Fisica, con particolare  riguardo  alla  costituzione  della
materia, alla  produzione,  all'assorbimento  ed  alla  misura  delle
radiazioni. 
      2) Nozioni sugli apparecchi ed istrumenti della radiologia. 
      3) Anatomia radiologica normale. 
      4) Fisiologia radiologica. 
      5) Tecnica radiologica generale. 
      6) Semeiotica radiologica generale. 
      7) Fondamenti di radiobiologia. 
      8) Nozioni di statistica e matematica. 
    2° Anno: 
      1) Tecnica e metodica dell'esame radiologico dei  vari  organi,
apparati e sistemi. 
      2) Semeiotica radiologica speciale e diagnosi differenziale. 
      3) Fondamenti di radioterapia. 
      4) Danni da radiazioni e mezzi di protezione. 
      5) Dimostrazioni cliniche di diagnostica radiologica. 
      6) Dimostrazioni cliniche di radioterapia. 
    3° Anno: 
      1) Diagnostica radiologica differenziale. 
      2)  Dimostrazioni  di  casistica  di  roentgendiagnostica   con
confronto del quadro anatomopatologico. 
      3)  Dimostrazioni   di   casistica   di   roentgenterapia   con
particolare riferimento all'anatomia patologica. 
      4) Radioterapia tradizionale. Curieterapia. 
      5) Radioterapia con alte energie. 
      6) Elementi di medicina nucleare. 
      7) Istrumentario, tecnica e metodica di applicazione. 
      8) Dosimetria. 
    4° Anno: 
      1) Moderne tecniche di esplorazione e terapia radiologica. 
      2) Diagnostica e terapia con isotopi radioattivi  somministrati
per via interna. 
      3) Radiodiagnostica e radioterapia clinica (casistica). 
      4) Medicina legale e legislazione sanitaria in  relazione  alla
radiologia. 
  Art. 115. - Le materie di insegnamento  per  il  conseguimento  del
diploma  di  specializzazione  in  radiologia  diagnostica  sono   le
seguenti: 
    1° Anno: 
      1) Fisica, con particolare  riguardo  alla  costituzione  della
materia, alla  produzione,  all'assorbimento  ed  alla  misura  delle
radiazioni. 
      2) Nozioni sugli apparecchi ed istrumenti della radiologia. 
      3) Anatomia radiologica normale. 
      4) Fisiologia radiologica. 
      5) Tecnica radiologica generale. 
      6) Semeiotica radiologica generale. 
      7) Fondamenti di radiobiologia. 
      8) Nozioni di statistica e matematica. 
    2° Anno: 
      1) Metodica di esplorazione dei vari organi ed apparati. 
      2. Semeiotica radiologica speciale e diagnosi differenziale. 
      3) Nozioni generali sulle lesioni  da  radiazioni  o  mezzi  di
protezione. 
      4) Moderne tecniche di esplorazione radiologica. 
    3° Anno: 
      1) Esplorazione radiologica nella patologia dei vari organi  ed
apparati,  diagnostica   differenziale,   rapporti   con   l'anatomia
patologica. 
      2) Radiodiagnostica clinica. 
      3) Medicina legale e legislazione sanitaria in  relazione  alla
radiologia. 
  Art. 116. - Gli allievi dovranno  prestare  servizio  di  internato
nell'istituto  di  radiologia;  hanno  l'obbligo  di  frequenza  alle
lezioni. 
  Al termine di ogni anno dovranno superare  gli  esami  di  profitto
delle  materie  prescritte   per   ottenere   l'iscrizione   all'anno
successivo. 
  Il programma di insegnamento potra' essere integrate da conferenze,
esercitazioni e seminari. 
  Alla fine degli esami di corso gli allievi dovranno presentare  una
tesi scritta e sostenere un esame di diploma. 
 
  Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara'  inserto
nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare. 
 
  Dato a Roma, addi' 14 ottobre 1968 
 
                               SARAGAT 
 
                                                              SCAGLIA 
 
Visto, il Guardasigilli: GONELLA 
  Registrato alla Corte dei conti, addi' 28 novembre 1968 
  Atti del Governo, registro n. 223, foglio n. 140 - GRECO