DECRETO-LEGGE 1 dicembre 1993, n. 487

Trasformazione dell'Amministrazione delle poste e delle telecomunicazioni in ente pubblico economico e riorganizzazione del Ministero.

note: Entrata in vigore del decreto: 2-12-1993.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 29 gennaio 1994, n. 71 (in G.U. 31/01/1994, n.24).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2014)
vigente al 29/12/2014
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-1-1997
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; 
  Viste le risoluzioni adottate dalla IX commissione della Camera dei
deputati il 29 giugno 1993 e dalla 8a commissione  del  Senato  della
Repubblica il 14 luglio 1993; 
  Ritenuta la straordinaria necessita' ed urgenza di provvedere  alla
trasformazione   dell'Amministrazione    delle    poste    e    delle
telecomunicazioni in tempi  ristretti,  al  fine  di  adeguarla  alle
esigenze del mercato e  di  contenere  e  gradualmente  rimuovere  il
disavanzo, in connessione con gli obiettivi di risanamento dei  conti
pubblici,  e,  conseguentemente,  di  individuare  le  funzioni   che
continuano ad  essere  svolte  dal  Ministero  delle  poste  e  delle
telecomunicazioni; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri,  adottata  nella
riunione del 26 novembre 1993; 
  Sulla proposta del Presidente del  Consiglio  dei  Ministri  e  del
Ministro delle poste e delle telecomunicazioni,  di  concerto  con  i
Ministri  del  tesoro,  delle  finanze  e  del   bilancio   e   della
programmazione economica; 
                              E M A N A 
                     il seguente decreto-legge: 
                               Art. 1. 
Trasformazione   dell'Amministrazione    delle    poste    e    delle
                          telecomunicazioni 
 
  1. L'Amministrazione  delle  poste  e  delle  telecomunicazioni  e'
trasformata  in  ente  pubblico  economico  denominato  ente   "Poste
Italiane", con effetto dalla data di efficacia dei decreti di  nomina
degli organi previsti dall'articolo 3, che  dovranno  essere  emanati
entro e non oltre il 31 dicembre 1993. 
  2.  Entro  il  31  dicembre  1996,  l'ente  "Poste   Italiane"   e'
trasformato in societa' per azioni. A tal  fine,  entro  la  medesima
data, il Comitato interministeriale per la  programmazione  economica
delibera  in  ordine  alla  proprieta'  ed  al   collocamento   delle
partecipazioni azionarie, favorendone la  massima  diffusione  tra  i
risparmiatori. Lo schema di delibera del  Comitato  interministeriale
per la  programmazione  economica  e'  preventivamente  inviato  alle
commissioni parlamentari  competenti  che  esprimono  il  parere  nel
termine di giorni trenta. ((2)) 
    
-----------------

    
AGGIORNAMENTO (2) 
  La L. 23 dicembre 1996, n. 662 ha disposto (con l'art. 2, comma 27)
che il termine di cui al presente articolo 1 comma 2 e' differito  al
31 dicembre 1997 e che il predetto termine puo' essere modificato con
delibera del CIPE.