DECRETO-LEGGE 21 giugno 2013, n. 69

Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia. (13G00116)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 22/6/2013.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 9 agosto 2013, n. 98 (in S.O. n. 63, relativo alla G.U. 20/08/2013, n. 194).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2020)
vigente al 27/01/2021
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-3-2020
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 38 
 
          (Disposizioni in materia di prevenzione incendi) 
 
  1. Gli enti e i privati  di  cui  all'articolo  11,  comma  4,  del
decreto del Presidente della Repubblica l° agosto 2011, n. 151,  sono
esentati  dalla  presentazione  dell'istanza   preliminare   di   cui
all'articolo 3 del citato decreto qualora gia' in  possesso  di  atti
abilitativi  riguardanti  anche  la  sussistenza  dei  requisiti   di
sicurezza antincendio, rilasciati dalle competenti autorita'. 
  2. Fermo restando quanto previsto al comma 1, i soggetti di cui  al
medesimo comma presentano l'istanza preliminare di cui all'articolo 3
e l'istanza di cui all'articolo 4 del decreto  del  Presidente  della
Repubblica n. 151 del 2011 entro il 7 ottobre 2017.  (17)  (32)  (40)
((48)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (17) 
  Il D.L. 31 dicembre 2014,  n.  192,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 27 febbraio 2015, n. 11, ha disposto (con  l'art.  4,  comma
2-ter) che "La proroga del termine di cui al comma 2-bis del presente
articolo si applica agli enti e ai privati interessati che provvedono
agli adempimenti previsti dall'articolo 3 del regolamento di  cui  al
decreto del Presidente della Repubblica 1º agosto 2011, n. 151, entro
otto mesi dalla data di entrata in vigore della legge di  conversione
del  presente  decreto,  fermi  restando  gli  adempimenti   previsti
dall'articolo 4 del medesimo regolamento". 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (32) 
  Il D.L. 30 dicembre 2016,  n.  244,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 27 febbraio 2017, n. 19, ha disposto (con  l'art.  5,  comma
11-quater) che "La proroga del termine di  cui  al  comma  11-ter  si
applica agli enti  e  ai  privati  interessati  che  provvedono  agli
adempimenti previsti  dall'articolo  3  del  regolamento  di  cui  al
decreto del Presidente della Repubblica 1º agosto 2011, n. 151, entro
il  1º  novembre  2017,  fermi  restando  gli  adempimenti   previsti
dall'articolo 4 del medesimo regolamento". 
  Ha  inoltre  disposto  (con  l'art.  5,  comma  11-quinquies)   che
"Limitatamente ai rifugi alpini, il termine di cui  all'articolo  38,
comma 2, del decreto-legge 21 giugno 2013,  n.  69,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, e' prorogato  al  31
dicembre 2017". 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (40) 
  Il D.L. 25 luglio 2018, n. 91, convertito con  modificazioni  dalla
L. 21 settembre 2018, n. 108, ha disposto (con l'art. 9-bis, comma 1)
che "Limitatamente ai rifugi alpini, il termine di  cui  all'articolo
38, comma 2, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, e' prorogato  al  31
dicembre 2019". 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (48) 
  La L. 27 dicembre  2017,  n.  205,  come  modificata  dal  D.L.  30
dicembre 2019, n. 162,  convertito  con  modificazioni  dalla  L.  28
febbraio 2020, n. 8, ha disposto (con l'art. 1, comma  1122,  lettera
i))  che  "Limitatamente  ai  rifugi  alpini,  il  termine   di   cui
all'articolo 38, comma 2, del decreto-legge 21 giugno  2013,  n.  69,
convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n.  98,  e'
prorogato al 31 dicembre 2020".