MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 11 novembre 2011, n. 220

Regolamento recante determinazione dei requisiti di professionalita', onorabilita' e indipendenza degli esponenti aziendali, nonche' dei requisiti di onorabilita' dei titolari di partecipazioni, ai sensi degli articoli 76 e 77 del codice delle assicurazioni private di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209. (11G0259)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 24/01/2012 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2015)
Testo in vigore dal: 24-1-2012
al: 29-6-2015
aggiornamenti all'articolo
                             IL MINISTRO 
                      DELLO SVILUPPO ECONOMICO 
 
  Visto l'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400; 
  Visto il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209,  recante  il
codice delle assicurazioni private; 
  Visto  in  particolare  l'articolo  76  del  predetto  codice,  che
prevede, per i soggetti che svolgono funzioni di amministrazione,  di
direzione e di controllo presso le  imprese  di  assicurazione  e  di
riassicurazione,  il  possesso  dei  requisiti  di  professionalita',
onorabilita' ed indipendenza, stabiliti con regolamento adottato  dal
Ministro delle attivita' produttive, sentito l'ISVAP, e  dispone  che
il medesimo regolamento stabilisce anche le cause che  comportano  la
sospensione temporanea dalla carica e la sua durata; 
  Visto altresi' l'articolo 77, comma  1,  del  medesimo  codice  che
prevede, per i titolari di partecipazioni in imprese di assicurazione
e di riassicurazione, la determinazione dei requisiti di onorabilita'
con regolamento adottato dal  Ministro  delle  attivita'  produttive,
sentito  l'ISVAP,  e  tenuto  conto  dell'articolo  4   del   decreto
legislativo 27 gennaio 2010, n. 21, che ha modificato il codice delle
assicurazioni private in attuazione della  direttiva  2007/44/CE  del
Parlamento europeo e del Consiglio del 5 settembre 2007, che modifica
la direttiva 92/49/CEE  del  Consiglio  e  le  direttive  2002/83/CE,
2004/39/CE, 2005/68/CE e 2006/48/CE per  quanto  riguarda  le  regole
procedurali  e  i  criteri  per   la   valutazione   prudenziale   di
acquisizioni e incrementi di partecipazioni nel settore finanziario; 
  Visto il decreto-legge 18  maggio  2006,  n.  181,  convertito  con
modificazioni dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, che ha fra  l'altro
istituito il Ministero dello  sviluppo  economico,  subentrato  nella
predetta competenza  del  Ministero  delle  attivita'  produttive,  e
l'articolo 1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre 2007, n.  244,
nonche' il decreto-legge  16  maggio  2008,  n.  85,  convertito  con
modificazioni  nella  legge  14  luglio  2008,  n.  121,   che   sono
ulteriormente intervenuti sull'assetto dei Ministeri; 
  Sentito l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private; 
  Udito il parere del Consiglio  di  Stato,  espresso  dalla  sezione
consultiva per gli atti normativi nella seduta del 27 settembre 2011; 
  Vista la comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri, ai
sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n.  400,
con nota del 12 ottobre 2011, protocollo n. 20190; 
 
                               Adotta 
                      il seguente regolamento: 
 
                               Art. 1 
 
 
                             Definizioni 
 
  1. Ai fini del presente regolamento si intende per: 
    a) «Codice»: il  decreto  legislativo  7  settembre  2005,  n.209
recante il codice delle assicurazioni private, e successive modifiche
ed integrazioni; 
    b) «ISVAP»:  l'Istituto  per  la  vigilanza  sulle  assicurazioni
private e di interesse collettivo.