DECRETO-LEGGE 28 gennaio 1999, n. 12

Disposizioni urgenti relative a missioni internazionali di pace.

note: Entrata in vigore del decreto: 30/01/1999.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 29 marzo 1999, n. 77 (in G.U. 30/03/1999, n.74).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/05/2010)
Testo in vigore dal: 30-1-1999
al: 30-3-1999
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
  Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; 
  Visti l'accordo, stipulato il 16 ottobre 1998,  tra  la  Repubblica
federale  jugoslava  e  l'Organizzazione  per  la  sicurezza   e   la
cooperazione in Europa (OSCE)  e  la  risoluzione  del  Consiglio  di
sicurezza dell'Organizzazione delle Nazioni  Unite  n.  1203  del  24
ottobre 1998, che autorizza l'invio di una  missione  umanitaria  nel
Kosovo; 
  Ritenuta  la  straordinaria  necessita'  ed  urgenza   di   emanare
disposizioni volte a disciplinare  la  partecipazione  italiana  alla
missione umanitaria in Kosovo; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri,  adottata  nella
riunione del 22 gennaio 1999; 
  Sulla proposta del Presidente del  Consiglio  dei  Ministri  e  dei
Ministri della difesa e degli  affari  esteri,  di  concerto  con  il
Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica; 
    

                              E m a n a
                      il seguente decretolegge:
                               Art. 1.

    
  1. E' autorizzata, a decorrere dal 1 gennaio  1999  e  fino  al  31
dicembre 1999, la partecipazione di un contingente  di  150  militari
alla missione in Kosovo di  osservatori  dell'Organizzazione  per  la
sicurezza  e  la  cooperazione  in  Europa,   in   attuazione   della
risoluzione del  Consiglio  di  sicurezza  dell'Organizzazione  delle
Nazioni Unite n. 1203 del 24 ottobre 1998. 
  2. E' autorizzata, a decorrere dal 1 gennaio  1999  e  fino  al  31
dicembre 1999, la partecipazione di un contingente di 250 militari da
inviare in Macedonia in appoggio alla missione di cui al comma 1.