PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLO SPETTACOLO

DECRETO 4 dicembre 1997, n. 516

Regolamento recante norme per l'erogazione del finanziamento dei lavori di restauro, ristrutturazione, ed adeguamento funzionale degli immobili stabilmente adibiti a teatro.

note: Entrata in vigore del decreto: 29/3/1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/04/2000)
vigente al 27/01/2022
Testo in vigore dal: 12-5-2000
aggiornamenti all'articolo
                             IL MINISTRO
                     DELEGATO PER LO SPETTACOLO
  Visto l'articolo 17 della legge 23 agosto 1988, n. 400, concernente
"Disciplina  dell'attivita' di Governo e ordinamento della Presidenza
del Consiglio dei Ministri";
  Visto  il  decreto-legge  29  marzo  1995,  n.  97, convertito, con
modificazioni,  in  legge  30  maggio 1995, n. 203, recante "Riordino
delle funzioni in materia di turismo, spettacolo e sport";
  Visto  il  decreto  del  Presidente  del  Consiglio dei Ministri 31
maggio 1996, recante "Delega di funzioni del Presidente del Consiglio
dei  Ministri  al Ministro Valter Veltroni in materia di spettacolo e
sport";
  Visto  l'articolo  4  del  decreto-legge  25  marzo  1997,  n.  67,
convertito,  con  modificazioni, in legge 23 maggio 1997, n. 135, con
il  quale  e'  stato  istituito  il conto speciale per l'apertura dei
teatri,  nell'ambito  del  fondo  di intervento di cui all'articolo 2
della   legge   14   agosto  1971,  n.  819,  avente  ad  oggetto  il
finanziamento   dei   lavori   di   restauro,   ristrutturazione,  ed
adeguamento  funzionale  degli immobili stabilmente adibiti a teatro,
erogato  sulla  base  di  criteri  predeterminati  dall'Autorita'  di
Governo competente in materia di spettacolo;
  Ritenuto, pertanto di dover provvedere alla definizione dei criteri
per l'erogazione del finanziamento;
  Sentito  il  parere  del Consiglio di Stato, espresso nell'adunanza
della Sezione consultiva per gli atti normativi del 20 ottobre 1997;
  Vista  la comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri, a
norma  dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400,
effettuata con nota n. P.689/PCM/GA61/1/2 del 13 novembre 1997;
                             A d o t t a
                      il seguente regolamento:
                               Art. 1.
  ((1.  Sono  ammessi  alle  agevolazioni  di  cui  al conto speciale
previsto  dall'articolo  4  del  decreto-legge  25 marzo 1997, n. 67,
convertito,  con modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, e
successive  modificazioni  e integrazioni, di seguito definito "conto
speciale  ,  progetti  di  restauro,  ristrutturazione ed adeguamento
funzionale,   presentati   da   proprietari   di  immobili  destinati
stabilmente  ad  attivita' teatrale, ovvero, su delega di questi, dai
gestori   delle  attivita'  teatrali  svolte  nell'immobile,  che  si
assumono,  anche  in  parte,  l'onere  dei  lavori.  Le  agevolazioni
consistono  in  finanziamenti  a tasso agevolato, di seguito definite
"finanziamenti  e  in  contributi  in  conto  interessi,  di  seguito
definiti "contributi ")).
  2.  L'importo  massimo  del finanziamento per ciascun intervento e'
fissato  nell'80%  dell'importo  complessivo  previsto, e comunque in
misura non superiore a lire 2.000 milioni.
  3.  Ai fini del computo del finanziamento, sono ammesse le spese di
progettazione   e   direzione  lavori,  nel  limite  massimo  del  4%
dell'importo complessivo dei lavori.