LEGGE 11 novembre 1989, n. 371

Rendiconto generale dell'Amministrazione dello Stato per l'esercizio finanziario 1988.

vigente al 27/09/2020
  • Articoli
  • AMMINISTRAZIONI DELLO STATO
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • DISPOSIZIONI SPECIALI
  • 5
  • 6
  • 7
  • AZIENDE SPECIALI ED AUTONOME

    GESTIONE DELL'EX AZIENDA DI STATO PER LE FORESTE DEMANIALI
  • 8
  • 9
  • 10
  • ISTITUTO AGRONOMICO PER L'OLTREMARE
  • 11
  • 12
  • AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • ARCHIVI NOTARILI
  • 17
  • FONDO EDIFICI DI CULTO
  • 18
  • 19
  • 20
  • AZIENDA NAZIONALE AUTONOMA DELLE STRADE
  • 21
  • 22
  • AMMINISTRAZIONE DELLE POSTE E DELLE TELECOMUNICAZIONI
  • 23
  • 24
  • AZIENDA DI STATO PER I SERVIZI TELEFONICI
  • 25
  • 26
  • 27
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-12-1989
attiva riferimenti normativi
  La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno 
approvato; 
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
                              PROMULGA 
 
 
la seguente legge: 
 
                             ARTICOLO 1. 
                             (Entrate). 
 
  1. Le  entrate  tributarie,  extratributarie,  per  alienazione  ed
ammortamento di beni patrimoniali e riscossione  di  crediti,  e  per
accensione di prestiti, accertate nell'esercizio finanziario 1988 per
competenza  propria  dell'esercizio,  risultano  stabilite  in   lire
442.976.377.962.628. 
  2. I residui attivi determinati alla chiusura  dell'esercizio  1987
in lire 43.856.236.955.998  risultano  stabiliti  -  per  effetto  di
maggiori e minori entrate verificatesi nel corso della gestione  1988
- in lire 44.784.222.814.240. 
  3. I residui attivi al 31 dicembre 1988 ammontano  complessivamente
a lire 49.293.796.309.293, cosi' risultanti: 
 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico
    
                              NOTE


          AVVERTENZA:

            Il  testo  della  nota qui pubblicato e' stato redatto ai
          sensi  dell'art. 10, comma 3, del testo unico approvato con
          decreto  del  Presidente della Repubblica 28 dicembre 1985,
          n.  1092,  al  solo  fine  di  facilitare  la lettura della
          disposizione  di  legge  alla  quale e' operato il rinvio e
          della quale restano invariati il valore e l'efficacia.