MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI

DECRETO 20 gennaio 1988, n. 11

Modificazioni al decreto ministeriale 12 marzo 1981, recante norme concernenti i regolamenti valutari ed i rapporti finanziari con l'estero, e successive modificazioni.

note: Entrata in vigore del decreto: 21/01/1988
vigente al 22/01/2022
Testo in vigore dal: 21-1-1988
attiva riferimenti normativi
                IL MINISTRO DEL COMMERCIO CON L'ESTERO
                           DI CONCERTO CON
                        IL MINISTRO DEL TESORO
  Visto  il  decreto-legge  28  luglio  1955, n. 586, convertito, con
modificazioni, nella legge 26 settembre  1955,  n.  852,  concernente
nuove  norme  sulla  negoziazione e la cessione di valute estere allo
Stato;
  Visto  il  decreto-legge  6  giugno  1956,  n. 476, convertito, con
modificazioni, nella legge 25 luglio 1956, n. 786, concernente  nuove
norme  valutarie  e  istituzioni di un mercato libero di biglietti di
Stato e di banca esteri;
  Visto  il  decreto  ministeriale  12  marzo  1981,  pubblicato  nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale  n.  82  del  24  marzo
1981,  recante:  "Norme  concernenti  i  regolamenti  valutari  ed  i
rapporti finanziari con l'estero", e successive modificazioni;
  Visto  il  decreto  ministeriale  18  luglio  1985,  pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 200  del  26  agosto
1985,  recante:  "Disposizioni valutarie concernenti l'importazione e
l'esportazione di merci", e successive modificazioni;
  Visto il decreto ministeriale 13 settembre 1987, n. 376, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 214 del 14 settembre 1987, con  il  quale
sono state adottate misure atte a contrastare deflussi speculativi di
capitali verso l'estero, con la modifica  dell'art.  27  del  decreto
ministeriale 12 marzo 1981 e successive modificazioni;
  Considerato  che  sono venuti meno i motivi che avevano determinato
l'adozione delle suddette misure;
                               Decreta:
                               Art. 1.
  L'art.  27  del  decreto  ministeriale  12 marzo 1981, e successive
modificazioni, e' sostituito dal seguente:
  "Art. 27 (Conti valutari). - 1. Nei 'conti valutari', da intendersi
per tali quelli  istituiti  con  la  legge  valutaria  n.  852,  sono
accreditate, osservate le modalita' di cui al successivo art. 28:
    a)  le  valute  acquisite dal titolare del conto a regolamento di
operazioni con non residenti autorizzate;
    b)  le valute derivanti dalla conversione di lire di conto estero
corrispote al  titolare  del  conto  da  parte  di  non  residenti  a
regolamento di operazioni autorizzate;
    c)  le  valute  acquistate  dal  titolare  del  conto contro lire
interne per il regolamento di operazioni autorizzate;
    d)  le  valute  derivanti  da finanziamento in valuta concesso da
banche abilitate ai sensi delle disposizioni vigenti.
  Entro   il   centoventesimo   giorno   successivo   a   quello   di
accreditamento:
  -  le  valute  di cui alla lettera a) possono essere utilizzate dal
titolare del conto per la negoziazione  contro  lire,  per  pagamenti
all'estero, ovvero per altri pagamenti consentiti nel suo interesse;
  -  le  valute  di cui alla lettera b) possono essere utilizzate per
tutti i pagamenti consentiti;
  -   le   valute  di  cui  alla  lettera  d),  quando  derivanti  da
finanziamento  all'esportatore,  possono  essere  utilizzate  per  le
causali indicate al primo alinea.
  Entro il sessantesimo giorno successivo a quello di accreditamento:
  -  le  valute  di  cui  alla  lettera  c) possono essere utilizzate
esclusivamente per il regolamento della specifica operazione  che  ne
ha determinato l'acquisto contro lire;
  -   le   valute  di  cui  alla  lettera  d),  quando  derivanti  da
finanziamento  all'importatore,  possono  essere  utilizzate  per  il
regolamento dell'operazione finanziata.
  2.  Fermo  rimanendo  quanto  stabilito  in materia di utilizzo dei
conti valutari, e' data facolta' ai rispettivi titolari di procedere,
nei  termini  di  validita'  dei conti stessi, a conversioni in altre
valute della valuta accreditata".