DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 10 marzo 1982, n. 485

Attuazione della direttiva (CEE) n. 78/611 relativa al contenuto di piombo nella benzina per i motori ad accensione comandata destinati alla propulsione degli autoveicoli.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/08/1982)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 31-7-1982
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
  Vista la legge 9 febbraio 1982, n. 42, recante delega al Governo ad
emanare  norme  per  l'attuazione  delle  direttive  della  Comunita'
economica europea;
  Vista  la  direttiva  n.  78/611  del  29  giugno 1978, emanata dal
Consiglio  delle  Comunita'  europee  concernente il tenore di piombo
delle benzine;
  Considerato  che  in  data 25 febbraio 1982, ai termini dell'art. 1
della  legge  9  febbraio 1982, n. 42, e' stato inviato lo schema del
presente  provvedimento ai Presidenti della Camera dei deputati e del
Senato della Repubblica per gli adempimenti ivi previsti;
  Tenuto conto delle osservazioni formulate in sede parlamentare;
  Considerato  che  risulta cosi' completato il procedimento previsto
dalla legge di delega;
  Sulla  proposta  del  Ministro  per  il coordinamento interno delle
politiche  comunitarie,  di  concerto  con  i  Ministri  degli affari
esteri,  del  tesoro,  della sanita', dell'industria, del commercio e
dell'artigianato, delle partecipazioni statali;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 30 aprile 1982;

                                EMANA

il seguente decreto:
                               Art. 1.

  Ai  sensi  del  presente  decreto  si intende per benzina qualsiasi
carburante  destinato  al  funzionamento  dei  motori  a  combustione
interna  e  ad  accensione  comandata, destinati alla propulsione dei
veicoli.