DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 14 aprile 1978, n. 109

Indizione del referendum popolare per l'abrogazione di alcuni articoli della legge 14 febbraio 1904, n. 36, e successive modificazioni, sui manicomi e sugli alienati.

vigente al 04/10/2022
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 30-4-1978
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visti gli articoli 75 e 87 della Costituzione;
  Vista la legge 25 maggio 1970, n. 352, recante norme sui referendum
previsti  dalla  Costituzione  e  sulla  iniziativa  legislativa  del
popolo;
  Vista  la sentenza della Corte costituzionale n. 16 del 27 febbraio
1978  - comunicata e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 39 dell'8
febbraio 1978, a norma dell'art. 33, ultimo comma, della citata legge
-  con  la  quale  e'  stata  dichiarata  ammissibile la richiesta di
referendum  popolare  per l'abrogazione degli articoli 1, 2, 3, 3-bis
della  legge  14  febbraio  1904,  n. 36 ("Legge sui manicomi e sugli
alienati") e successive modificazioni;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri, di
concerto con i Ministri dell'interno e di grazia e giustizia;

                              Decreta:

  E'  indetto il referendum popolare per l'abrogazione degli articoli
1,  2,  3,  3-bis  della  legge  14  febbraio 1904, n. 36 ("Legge sui
manicomi e sugli alienati") e successive modificazioni.
  I  relativi  comizi  sono  convocati  per  il giorno di domenica 11
giugno 1978.

  Il  presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserto
nella  Raccolta  ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.

  Dato a Roma, addi' 14 aprile 1978

                                LEONE

                                                ANDREOTTI - COSSIGA -
                                                            BONIFACIO

Visto, 11 Guardasigilli: BONIFACIO