DECRETO-LEGGE 5 luglio 1971, n. 430

Provvidenze creditizie per favorire nuovi investimenti nei settori dell'industria, del commercio e dell'artigianato.

note:
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 04 agosto 1971, n. 594 (in G.U. 16/08/1971, n.206).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/06/2008)
Testo in vigore dal: 6-7-1971
al: 21-12-2008
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'art. 77 della Costituzione;
  Ritenuta   la   necessita'  e  l'urgenza  di  disporre  provvidenze
creditizie    per    favorire    nuovi   investimenti   nei   settori
dell'industria, del commercio e dell'artigianato;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta  del  Ministro  per  il  tesoro,  di concerto con i
Ministri  per  le  finanze,  per  il  bilancio  e  la  programmazione
economica,  per  l'industria,  il  commercio  e l'artigianato, per la
marina mercantile e per il commercio con l'estero;

                              Decreta:
                               Art. 1.

  Il fondo di dotazione dell'Istituto centrale per il credito a medio
termine  (Mediocredito  centrale)  di  cui  all'art. 3 della legge 30
aprile  1962,  n.  265,  e  successive integrazioni, e' ulteriormente
aumentato  di  lire  50  miliardi, mediante conferimento da parte del
Tesoro  dello  Stato di lire 25 miliardi per l'anno 1971 e di lire 25
miliardi per l'anno 1972.