DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 marzo 1968, n. 626

Riordinamento delle attribuzioni e della composizione dei Comitati di Ministri aventi competenza in materia economica e finanziaria.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
Testo in vigore dal: 2-6-1968
al: 5-12-1991
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visti  gli  articoli  77,  comma  primo,  e 87, comma quinto, della
Costituzione;
  Visto l'art. 18, comma quinto, della legge 27 febbraio 1967, n. 48,
concernente delega al Governo per il riordinamento delle attribuzioni
e  della  composizione  dei Comitati di Ministri aventi competenza in
materia economica e finanziaria;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri, di
concerto   con  i  Ministri  per  il  bilancio  e  la  programmazione
economica,   per   il  tesoro  e  per  l'industria,  il  commercio  e
l'artigianato;

                              Decreta:
                               Art. 1.

  Ai  fini  dell'esercizio  delle attribuzioni previste dalla legge 7
marzo   1938,   n.  141,  e  successive  modificazioni,  il  Comitato
interministeriale  per  il  credito  e  il  risparmio si attiene alle
direttive    generali   del   Comitato   interministeriale   per   la
programmazione  economica  per  la  ripartizione  globale  dei flussi
monetari  tra  le  varie  destinazioni,  in conformita' alle linee di
sviluppo fissate dal programma economico nazionale.
  In  particolare,  le predette direttive sono enunciate dal C.I.P.E.
insieme  con  le  linee  generali per l'impostazione del progetto del
bilancio di previsione dello Stato.