DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 23 gennaio 1967, n. 215

Personale in servizio nelle istituzioni scolastiche e culturali all'estero.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 16/05/2017)
Testo in vigore dal: 11-5-1967
al: 15-12-1980
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'art. 87, comma quinto, della Costituzione;
  Visti  gli articoli 1, 3, 5 della legge 13 luglio 1965, numero 891,
concernente  delega  al  Governo  per  l'emanazione di norme relative
all'ordinamento dell'Amministrazione degli affari esteri;
  Vista la legge 25 luglio 1966, n. 586, concernente la proroga della
delega predetta;
  Udita  la Commissione parlamentare di cui all'art. 1 della legge 13
luglio 1965, n. 891;
  Sentito il Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta del Ministro per gli affari esteri, di concerto con
i  Ministri  per  il  tesoro,  per  la  pubblica  istruzione,  per il
commercio con l'estero, per il lavoro e la previdenza sociale;

                              Decreta:
                               Art. 1.
                      (Destinazione all'estero)

  Il  personale  ispettivo,  direttivo  ed  insegnante  dei ruoli del
Ministero  della  pubblica istruzione, i professori universitari ed i
funzionari   dei  ruoli  dello  Stato,  salvo  quando  si  tratti  di
funzionari dello stesso Ministero degli affari esteri, sono destinati
all'estero, per l'esercizio delle funzioni di cui agli articoli 7, 14
e  15  del  testo  unico  12  febbraio  1940, n. 740, con decreto del
Ministro  per gli affari esteri previo nulla osta del Ministero della
pubblica istruzione o del Ministero da cui dipendono. La destinazione
e'  disposta  previo accertamento del possesso di idonei requisiti ed
attitudini nonche' in base ai titoli posseduti e ad un colloquio.
  L'accertamento di cui al precedente comma e' compiuto, in relazione
all'incarico   da   conferire,  da  una  Commissione  presieduta  dal
direttore  generale  delle  relazioni  culturali  del Ministero degli
affari  esteri  o,  in  sua  assenza,  dal  vice direttore generale e
composta  di  tre  rappresentanti  del  Ministero  stesso  e  di  tre
rappresentanti del Ministero della pubblica istruzione, designati, di
volta  in  volta,  dai  rispettivi  Ministri. La Commissione medesima
accerta  anche i requisiti di idoneita' del personale da comandare ai
sensi dell'art. 19 del succitato testo unico.
  Il  personale di cui al presente articolo non puo' essere destinato
all'estero  se  non  ha  superato  il periodo di straordinariato o di
prova nel ruolo di appartenenza.