DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 maggio 1948, n. 1697

Riorganizzazione del servizio dei commissari governativi a bordo delle navi che trasportano emigranti in Paesi transoceanici.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/12/2009)
vigente al 28/01/2022
Testo in vigore dal: 10-7-1949
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto  il testo unico dei provvedimenti sull'emigrazione, approvato
con regio decreto-legge 13 novembre.
  1919,  n. 2205, convertito in legge con la legge 17 aprile 1925, n.
473;
  Visto  l'art.  4  del  regio  decreto-legge 28 aprile 1927, n. 628,
convertito in legge con la legge 6 gennaio 1928, n. 1783;
  Visto  il  decreto  del  Ministro  per gli affari esteri in data 29
dicembre  1945,  registrato  alla,  Corte dei conti il 10 marzo 1946,
registro n. 10 Esteri, foglio n. 86;
  Visto  il  decreto  del  Ministro  per gli affari esteri in data 20
dicembre  1946,  registrato  alla  Corte  dei conti il 27 marzo 1947,
registro n. 4 Esteri, foglio n. 63;
  Considerata   la   necessita'  di  riorganizzare  il  servizio  dei
commissari governativi a bordo delle navi che trasportano emigranti a
destinazione transoceanica;.
  Sulla   proposta   del  presidente  dei  Ministri  e  del  Ministro
Segretario di Stato per gli affari esteri, di concerto con i Ministri
per il tesoro e per la marina mercantile;

                              Decreta:
                               Art. 1.

  Sulle  navi  che  trasportano  emigranti  con  destinazione a Paesi
transoceanici  prende  imbarco un delegato del Ministero degli affari
esteri  (Direzione  generale  dell'emigrazione)  con  le  funzioni di
commissario  governativo,  il  quale cura, l'osservanza a bordo delle
navi  stesse  delle  norme che disciplinano e tutelano l'emigrazione,
nonche'  di  quelle  stabilite dal regolamento per la sicurezza delle
navi  mercantili  e  della vita umana, approvato con regio decreto 23
maggio 1932, n. 719.