DECRETO LEGISLATIVO DEL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO 18 dicembre 1947, n. 1772

Estensione ai membri estranei all'Amministrazione dello Stato, chiamati fuori della loro residenza a far parte delle Commissioni d'inchiesta sui sinistri marittimi, del trattamento di missione in vigore per i dipendenti statali di grado 8°.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/12/2008)
Testo in vigore dal: 10-4-1948
al: 15-12-2009
aggiornamenti all'articolo
                   IL CAPO PROVVISORIO DELLO STATO

  Visto il regio decreto-legge 17 settembre 1925, n. 1819, convertito
nella legge 18 marzo 1926, n. 562;
  Visto il decreto legislativo luogotenenziale 4 gennaio 1946, n. 57;
  Visto il decreto legislativo luogotenenziale 7 giugno 1945, n. 320;
  Visto il decreto-legge luogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151;
  Visto il decreto legislativo luogotenenziale 16 marzo, 1946, n. 98;
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri;
  Sulla  proposta  del  Ministro  Segretario  di  Stato per la marina
mercantile,  di concerto con i Ministri per gli affari esteri, per la
grazia  e  giustizia,  per  il  tesoro,  per la difesa e per l'Africa
italiana;

                      HA SANZIONATO E PROMULGA:
                               Art. 1.

  Ai  membri  estranei  alle Amministrazioni pubbliche e agli Enti di
diritto  pubblico  chiamati a far parte delle Commissioni d'inchiesta
formale  sui  sinistri  marittimi,  costituite  ai  sensi  del  regio
decreto-legge  17  settembre 1925, n. 1819, convertito nella legge 18
marzo 1926, n. 562, e' corrisposto un gettone giornaliero di presenza
nella misura di L. 250.
  A  coloro  che fossero chiamati fuori della loro residenza compete,
in  aggiunta  ai  gettone  di presenza di cui al precedente comma, il
trattamento    di    missione    in    vigore    per   il   personale
dell'Amministrazione dello Stato appartenente al grado 8°.