DECRETO LEGISLATIVO 21 gennaio 1948, n. 70

Modificazioni dell'art. 1, n. 3, del decreto legislativo luogoteneziale 6 febbraio 1946, n. 103, e del decreto legislativo 1 settembre 1947, n. 884, in materia di prestiti a favore degli impiegati e dei salariati dello Stato.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 11/08/1949)
Testo in vigore dal: 28-2-1948
al: 11-8-1949
aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'art. 4 del decreto-legge luogotenenziale 25 giugno 1944, n.
151, con le modificazioni da esso apportato dall'art. 3, comma primo,
del decreto legislativo luogotenenziale 16 marzo 1946, n. 98;
  Viste  le disposizioni transitorie 1 e XV della Costituzione, Visto
l'art. 87, comma quinto, della Costituzione;
  Sulla  proposta  del Ministro Segretario di Stato per il tesoro, di
concerto  con  il  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri  e con i
Ministri per la grazia e giustizia, per le finanze, per l'industria e
il  commercio,  per i lavori pubblici e per il lavoro e la previdenza
sociale;

                              PROMULGA

il seguente decreto legislativo, approvato dal Consiglio dei Ministri
con deliberazione del 6 dicembre 1947:
                               Art. 1.

  Il  comma  aggiunto  dall'art.  1,  n.  3,  del decreto legislativo
luogotenenziale  6  febbraio  1946, n. 103, all'articolo 16 del testo
unico  approvato  con  regio  decreto  5  giugno  1941,  n.  874,  e'
sostituito, dal seguente:
  "Gli  istituiti  indicati al comma precedente non possono applicare
alle operazioni di prestito un tasso di interesse superiore al cinque
e  cinquanta  per cento e condizioni accessorie piu' onerose dell'uno
per cento dell'importo lordo del prestito".