DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 12 ottobre 1945, n. 689

Provvedimenti a favore degli esattori delle imposte dirette dei territori liberati dopo il 28 febbraio 1945. (045U0689)

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/12/2008)
Testo in vigore dal: 11-11-1945
al: 30-7-1946
aggiornamenti all'articolo
                          UMBERTO DI SAVOIA 
                        PRINCIPE DI PIEMONTE 
 
                   LUOGOTENENTE GENERALE DEL REGNO 
 
  In virtu' dell'autorita' a Noi delegata; 
  Visto il testo unico delle leggi sulla  riscossione  delle  imposte
dirette approvato col R. decreto 17  ottobre  1922,  n.  1401,  e  le
successive modifiche; 
  Visto il decreto legislativo Luogotenenziale 19  ottobre  1944,  n.
351, concernente provvedimenti a favore degli esattori delle  imposte
per le maggiori spese di riscossione; 
  Visto il decreto legislativo Luogotenenziale  18  giugno  1945,  n.
424, concernente provvedimenti in materia di imposte dirette; 
  Vieto il decreto-legge Luogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151; 
  Visto il decreto legislativo Luogotenenziale 1° febbraio  1945,  n.
58; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri; 
  Sulla proposta del Ministro per le  finanze,  di  concerto  con  il
Ministro per il tesoro; 
  Abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue: 
 
                               Art. 1. 
 
  Gli  esattori  delle  imposte  dirette   dei   territori   liberati
successivamente al 28 febbraio 1945, che  con  la  misura  dell'aggio
spettante sulle riscossioni effettuate  nell'anno  1945  non  abbiano
percepito, in detto anno, un aggio complessivo pari al 290 per  cento
per le esattorie aventi nel febbraio 1945 un carico di  oltre  cinque
milioni, ed al 310 per cento per quelle  con  carico  fino  a  cinque
milioni, rispetto all'aggio corrispondente ai carichi dell'anno 1943,
hanno diritto di ottenere la differenza dallo Stato.