DECRETO DEL DUCE DEL FASCISMO, CAPO DEL GOVERNO 19 novembre 1942, n. 1386

Accordo economico collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti fra armatori ed agenti marittimi raccomandatari. (042U1386)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 25/12/1942 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/01/2011)
  • Articoli
  • 1
  • Allegati
Testo in vigore dal: 24-12-1942
al: 9-2-2011
aggiornamenti all'articolo
                        IL DUCE DEL FASCISMO 
 
                          CAPO DEL GOVERNO 
 
  Visto l'Accordo economico collettivo nazionale  per  la  disciplina
dei  rapporti  fra  armatori  ed  agenti  marittimi   raccomandatari,
stipulato, ai sensi dell'articolo 12 della legge 20 marzo  1930-VIII,
n. 206, in data 10 novembre 1941-XX,  tra  la  Federazione  nazionale
fascista  degli  armatori  e  degli  ausiliari  dell'armamento  e  la
Federazione  nazionale  fascista  delle   aziende   di   deposito   e
spedizione, con  l'intervento  della  Confederazione  fascista  degli
industriali e della Confederazione fascista dei commercianti; 
 
  Visto il parere favorevole espresso dalla Corporazione del  mare  e
dell'aria  nella  riunione  del  17  marzo  1942-XX   nonche'   dalla
Corporazione delle comunicazioni interne nella riunione del 13 aprile
1942-XX; 
 
  Vista l'approvazione data dal Comitato corporativo  centrale  nella
seduta del 17 ottobre 1942-XX, ai sensi dell'art. 11  della  legge  5
febbraio 1934-XII, nonche'  dell'art.  1  della  legge  12  settembre
1935-XIII, n. 1745; 
 
                              Decreta: 
 
                           Articolo unico. 
 
  E' disposta la pubblicazione dell'unito testo di Accordo  economico
collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti fra  armatori  ed
agenti marittimi raccomandatari, vistato dal Segretario generale  del
Consiglio nazionale delle corporazioni. 
 
  Il presente decreto sara' inserto nella  Raccolta  ufficiale  delle
leggi e dei decreti del Regno. 
 
  Roma, addi' 19 novembre 1942-XXI 
 
               Il DUCE del Fascismo, Capo del Governo 
 
                              MUSSOLINI 
 
  Visto, il Guardasigilli: GRANDI