REGIO DECRETO 24 settembre 1936, n. 2527

Rettifica di confine fra i comuni di San Martino Canavese e di Castellamonte, in provincia di Aosta. (036U2527)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 27/07/1937
vigente al 16/01/2022
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 27-7-1937
attiva riferimenti normativi
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
                        IMPERATORE D'ETIOPIA 
 
  Veduta la domanda in data 3  maggio  1935-XIII,  con  la  quale  il
podesta' di San Martino Canavese ed il commissario prefettizio per la
temporanea, amministrazione del comune di Castellamonte chiedono,  in
esecuzione delle rispettive deliberazioni 26 e 27  ottobre  1934-XII,
che  il  confine  fra  i  Comuni  anzidetti,  sia   rettificato,   in
corrispondenza  dei  territorio  della  frazione  San  Giovanni,   in
conformita' del progetto  redatto  dal  geometra  Giovanni  Pasero  e
vistato   addi'   15   aprile   1934-XII   dall'ingegnere   dirigente
dell'ufficio del Genio civile di Aosta; 
 
  Veduto il parere favorevole all'attuazione  del  progetto  espresso
dal commissario  prefettizio  per  la  straordinaria  amministrazione
della provincia di Aosta per la deliberazione 26 gennaio 1935-XIII; 
 
  Udito il Consiglio di Stato, sezione prima, il cui parere, in  data
20 aprile 1936-XIV, si intende nel presente decreto riportato; 
 
  Visti gli articoli 32, comma secondo, e 35 del  testo  unico  della
legge comunale e provinciale, approvato con Nostro  decreto  3  marzo
1934-XII, n. 383; 
 
  Sulla proposta del Capo del Governo, Primo Ministro  Segretario  di
Stato, Ministro Segretario di Stato per gli affari dell'interno; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
  Il confine fra i comuni di San Martino Canavese e di Castellamonte,
in corrispondenza del territorio  della  frazione  San  Giovanni,  e'
rettificato in conformita' del progetto redatto dal geometra Giovanni
Pasero e vistato addi' 15 aprile  1934-XII  dall'ingegnere  dirigente
dell'ufficio del Genio civile di Aosta. 
 
  Tale progetto, vidimato, d'ordine Nostro, dal Ministro  proponente,
fara', parte integrante del presente decreto. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto munito del sigillo  dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
  Dato a San Rossore, addi' 24 settembre 1936 - Anno XIV 
 
                          VITTORIO EMANUELE 
 
                                                            MUSSOLINI 
 
  Visto, il Guardasigilli: SOLMI. 
 
  Registrato alla Corte dei conti, addi' 6 luglio 1937 - Anno VX 
 
  Atti del Governo, registro 387, foglio 27. - MANCINI.