REGIO DECRETO 5 dicembre 1935, n. 2505

Riparto del patrimonio e sistemazione delle attivita' e passivita' del cessato comune di Boccolo dei Tassi. (035U2505)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 08/03/1936 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 8-3-1936
al: 15-12-2010
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto l'art. 1 della legge 23 dicembre 1926-V, n. 2246,  col  quale
il territorio del comune di Boccolo dei Tassi  fu  ripartito  fra  il
comune di Bardi in provincia di Parma e quelli di Farini d'Olino e di
Ferriere in provincia di Piacenza, tranne le frazioni Santa Giustina,
Faggio e Pione, che vennero costituite in comune autonomo  denominato
Piane; 
 
  Visto il Nostro decreto 28 aprile 1927-V,  n.  674,  col  quale  il
comune di Pione fu aggregato a quello di Bardi; 
 
  Visto il Nostro decreto 31  dicembre  1931-X,  n.  1722  col  quale
furono  delimitati,  in  dipendenza  delle  suddette   modifiche   di
circoscrizione, i confini fra le provincie di Parma e di  Piacenza  e
fra i comuni di Bardi, Farini d'Olmo e Ferriere; 
 
  Viste le deliberazioni dei podesta' di Bardi e di Farini  d'Olmo  e
del  commissario  prefettizio  preposto  al   comune   di   Ferriere,
rispettivamente in data 25 marzo, 12 giugno e 28 settembre 1935-XIII,
concernenti  il  reparto  del  patrimonio  e  la  sistemazione  delle
attivita' e passivita' del cessato comune di Boccolo dei Tassi; 
 
  Visti  i  pareri  favorevoli  espressi  dalla  Giunta   provinciale
amministrativa di Parma nella seduta del 23 agosto 1935-XIII e  dalla
Giunta provinciale amministrativa di Piacenza  nelle  sedute  del  19
luglio 1935-XIII e 15 novembre 1935-XIV; 
 
  Visto l'art. 17 del testo unico della legge comunale e provinciale,
approvato con Nostro decreto 3 marzo 1934-XII, n. 383; 
 
  Sulla proposta del Capo del Governo, Primo Ministro  Segretario  di
Stato, Ministro Segretario di Stato per gli affari dell'interno; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
  Al reparto del patrimonio e alla  sistemazione  delle  attivita'  e
passivita' del cessato comune di Boccolo dei Tassi  sara'  provveduto
in conformita' alle surriferite deliberazioni dei podesta' di Bardi e
di Farini d'Olmo e del commissario prefettizio preposto al comune  di
Ferriere. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
  Dato a Roma, addi' 5 dicembre 1935 - Anno XIV 
 
                         Vittorio Emanuele. 
 
                                                           Mussolini. 
 
  Visto, il Guardasigilli: Solmi. 
 
  Registrato alla Corte dei conti, addi' 19 febbraio 1936 - Anno XIV 
 
  Atti del Governo, registro 369, foglio 72. - Mancini.