REGIO DECRETO 6 settembre 1928, n. 3509

Revoca dei Regi decreti relativi alla fusione delle Casse di risparmio di Mondavio e di San Lorenzo in Campo con quella di Pergola, e fusione di tutte e tre le predette Casse con quella di Pesaro. (028U3509)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 16/05/1929
vigente al 21/01/2022
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 16-5-1929
attiva riferimenti normativi
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Vedute le leggi 15 luglio 1888, n. 5546 (serie 3ª), e  29  dicembre
1927, n. 2587, sull'ordinamento delle Casse di risparmio e dei  Monti
di pieta' di lª categoria; 
 
  Veduti i Regi decreti 4 settembre 1927, n.  1816,  e  16  settembre
1927, n. 1973, con i quali le Casse di risparmio di Mondavio e di San
Lorenzo in  Campo  vennero  rispettivamente  fuse  con  la  Cassa  di
risparmio di Pergola; 
 
  Considerata l'opportunita' di non mantenere l'autonomia della Cassa
di risparmio di Pergola; 
 
  Visto che al 30 giugno 1926 la Cassa di risparmio di Pergola  aveva
raccolto depositi per un ammontare inferiore a dieci milioni di lire; 
 
  Veduto  il  verbale  di  accertamento  delle  attivita'   e   delle
passivita' della Cassa di risparmio di  Pergola  redatto  in  data  4
agosto  1928  dai  rappresentanti  della   Cassa   medesima   e   dai
rappresentanti  della  Cassa  di   risparmio   di   Pesaro;   verbale
comprensivo delle attivita' e delle passivita' delle cessate Casse di
risparmio di Mondavio e di San Lorenzo in Campo; 
 
  Udito il parere dell'Istituto di emissione; 
 
  Sulla  proposta  del  Nostro  Ministro  Segretario  di  Stato   per
l'economia nazionale, di concerto con quello per le finanze; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  I Regi decreti 4 settembre 1927, n. 1816, e 16 settembre  1927,  n.
1973, con i quali venne, rispettivamente, disposta la  fusione  delle
Casse di risparmio di Mondavio e di San Lorenzo in Campo  con  quella
di Pergola, sono revocati. 
 
  Le Casse di risparmio di Pergola, di Mondavio e di San  Lorenzo  in
Campo sono fuse con la Cassa di  risparmio  di  Pesaro,  che  diviene
cessionaria di tutti i diritti e delle azioni  di  qualsiasi  genere,
nessuna eccettuata, giudiziaria e  non,  e  di  tutte  le  proprieta'
immobiliari e  mobiliari,  titoli  e  crediti  e  di  quant'altro  di
spettanza delle Casse di risparmio di Pergola, di Mondavio e  di  San
Lorenzo in Campo  assumendone  tutte  le  obbligazioni  passive,  con
l'impegno di soddisfarle nel loro importo integrale. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
  Dato a San Rossore, addi' 6 settembre 1928 - Anno VI 
 
                         VITTORIO EMANUELE. 
 
                                                  Martelli - Mosconi. 
 
  Visto, il Guardasigilli: Rocco. 
 
    Registrato alla Corte dei conti, addi' 29 aprile 1929 - Anno VII 
 
    Atti del Governo, registro 283, foglio 223. - Mancini.