REGIO DECRETO-LEGGE 14 aprile 1927, n. 593

Modificazioni al nuovo testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. (027U0593)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 02/05/1927
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 22 gennaio 1928, n. 290 (in G.U. 06/03/1928, n. 55).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 06/03/1928)
Testo in vigore dal: 2-5-1927
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto il testo unico delle leggi di pubblica  sicurezza,  approvato
con R. decreto 6 novembre 1926, n. 1848; 
 
  Visto il R. decreto-legge 2 gennaio 1927, n. 1; 
 
  Visto l'art. 3, n. 2, della legge 31 gennaio 1926, n. 100; 
 
  Ritenuta la necessita' urgente ed assoluta; 
 
  Udito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta del Capo del Governo, Primo Ministro  Segretario  di
Stato, Ministro Segretario di Stato per gli  affari  dell'interno,  e
del Ministro Segretario di Stato per la giustizia  e  gli  affari  di
culto; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
  All'ultimo capoverso dell'art. 1 del testo  unico  delle  leggi  di
pubblica sicurezza approvato con R. decreto 6 novembre 1926, n. 1848,
sono sostituiti i seguenti: 
 
  «L'autorita' di pubblica sicurezza e' provinciale e locale. 
 
  «Le attribuzioni dell'autorita' provinciale di  pubblica  sicurezza
sono esercitate dal Prefetto e dal questore. Questi  esercita,  nella
Provincia, le attribuzioni gia' demandate  alla  soppressa  autorita'
circondariale».