REGIO DECRETO 14 novembre 1926, n. 1953

Disposizioni sul conferimento dei posti di notaro. (026U1953)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 27/11/1926 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/06/2009)
Testo in vigore dal: 27-11-1926
al: 7-10-1937
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto l'art. 1 della legge 31 gennaio 1926, n. 100, sulla  facolta'
del potere esecutivo di emanare norme giuridiche; 
 
  Vista la legge 6 agosto 1926, n. 1365, sul conferimento  dei  posti
notarili; 
 
  Vista la legge  16  febbraio  1913,  n.  89,  sull'ordinamento  del
notariato e degli archivi notarili, e visto il  relativo  regolamento
approvato col R. decreto 10 settembre 1914, numero 1326; 
 
  Udito il parere del Consiglio di Stato; 
 
  Sentito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta del Guardasigilli, Ministro Segretario di Stato  per
la giustizia e gli affari di culto, di concerto col Ministro  per  le
finanze; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1 
 
 
  I posti di notaro che risultino vacanti vengono  messi  a  concorso
fra notari in esercizio mediante avviso da pubblicarsi nel Bollettino
ufficiale del Ministero della giustizia. 
 
  Al concorso possono prendere parte tutti i notari  che  si  trovino
iscritti a ruolo alla data di  pubblicazione  dell'avviso,  qualunque
sia la durata dell'esercizio  delle  funzioni  nelle  sedi  cui  essi
appartengono. 
 
  E' in facolta' del Ministro per la giustizia mettere  nuovamente  a
concorso posti di notaro vacanti, ai quali non siano stati trasferiti
notari in esercizio.  A  tali  posti,  peraltro,  possono  concorrere
soltanto i notari che  non  erano  iscritti  a  ruolo  alla  data  di
pubblicazione del precedente concorso per trasloco ai posti medesimi.