REGIO DECRETO-LEGGE 6 novembre 1924, n. 2368

Esecuzione dell'Accordo italo-germanico per la liquidazione in via transattiva di danni sofferti da italiani in territorio germanico. (024U2368)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 30/04/1925
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 18 marzo 1926, n. 562 (in G.U. 03/05/1926, n. 102).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/06/2009)
vigente al 21/01/2022
  • Articoli
  • 1
  • 2
  • Allegati
Testo in vigore dal: 30-4-1925
attiva riferimenti normativi
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto l'art. 5 dello Statuto fondamentale del Regno; 
 
  Visto il R. decreto-legge 20 gennaio 1920,  n.  51,  col  quale  il
Governo del Re fu autorizzato a dare piena ed  intera  esecuzione  al
Trattato di pace concluso fra l'Italia e la Germania a  Versaglia  il
28 giugno 1919, ratificato il 10 gennaio 1920; 
 
  Viste le disposizioni contenute nella parte X del Trattato medesimo
art. 297, lettera e), paragrafo 4 del relativo allegato  art.  300  e
art. 302; 
 
  Considerata la opportunita'  e  convenienza  di  procedere  in  via
transattiva alla liquidazione globale di  numerosi  reclami  pendenti
presso il  Tribunale  arbitrale  misto  italo-germanico  relativi  ad
emigranti italiani danneggiati nei beni  nel  territorio  dell'Impero
germanico e di facilitare in quanto possibile  anche  le  transazioni
nei casi non rientranti nella oradetta liquidazione globale; 
 
  Sentito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta del Nostro Ministro  Segretario  di  Stato  per  gli
affari esteri, Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con
il Ministro per le finanze; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1 
 
 
  Piena ed  intera  esecuzione  e'  data  all'Accordo  stipulato  tra
l'Italia e la Germania firmato in Roma il 20 agosto 1924, concernente
liquidazioni in via transattiva di  danni  sofferti  da  italiani  in
territorio germanico.