REGIO DECRETO-LEGGE 23 ottobre 1924, n. 2365

Concessione di un premio, per una volta tanto, di L. 1112.20, ai decorati della «Stella al Merito del Lavoro». (024U2365)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 14/04/1925
Regio Decreto-Legge convertito dalla L. 21 marzo 1926, n. 597 (in G.U. 20/04/1926, n. 92).
(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/12/2008)
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 14-4-1925
al: 14-1-1926
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Visto  il  R.  decreto  30  dicembre  1923,  n.  3167,  concernente
l'istituzione della decorazione della Stella al Merito del Lavoro; 
 
  Sentito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla  proposta  del  Nostro  Ministro  Segretario  di  Stato   per
l'economia nazionale, di concerto col Presidente  del  Consiglio  dei
Ministri e col Ministro per le finanze; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  Ai decorati della «Stella al Merito del Lavoro», istituita  col  R.
decreto 30 dicembre 1923, n. 3167, sara' corrisposto un premio  nella
somma, per una volta tanto, di L. 1112.20. 
 
  Tale  premio  spetta  anche  alle  persone  decorate  anteriormente
all'entrata in vigore del presente decreto. 
 
  Per il pagamento dei premi e per la  provvista  delle  insegne,  da
distribuire gratuitamente ai decorati a  mente  dell'art.  4  del  R.
decreto 30 dicembre 1923, n. 3167,  e'  istituito  apposito  capitolo
nella rubrica «Lavoro e previdenza sociale» dello stato di previsione
della  spesa  del  Ministero  per  l'economia  nazionale,  a  partire
dall'esercizio 1924-25, con lo stanziamento di L. 120,000. 
 
  Il presente decreto  sara'  presentato  al  Parlamento  per  essere
convertito in legge. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
    Dato a San Rossore, addi' 23 ottobre 1924. 
 
                         VITTORIO EMANUELE. 
 
                                      Mussolini - Nava - De' Stefani. 
 
  Visto, il Guardasigilli: Rocco. 
 
    Registrato alla Corte dei conti, addi' 27 marzo 1925. 
 
    Atti del Governo, registro 234, foglio 127. - Granata.