REGIO DECRETO 8 febbraio 1923, n. 1067

Che reca norme per il servizio delle comunicazioni senza filo. (023U1067)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 13/06/1923 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/06/2008)
Testo in vigore dal: 13-6-1923
al: 21-12-2008
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  In virtu' della delegazione dei poteri conferita al Governo con  la
legge 3 dicembre 1922, n. 1601; 
 
  Vista la legge 30 giugno 1910,  n.  395,  sulla  radiotelegrafia  e
sulla radiotelefonia ed il  relativo  Regolamento  di  esecuzione  1°
febbraio 1912, n. 227; 
 
  Riconosciuta la necessita' di modificare le disposizioni  contenute
nella predetta legge del 30 giugno 1910, numero 395, con  norme  piu'
rispondenti alle attuali esigenze del  servizio  delle  comunicazioni
senza filo; 
 
  Udito il Consiglio dei Ministri; 
 
  Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato per le Poste
ed i Telegrafi; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
 
  Sono riservati allo Stato nel Regno e nelle Colonie  dipendenti,  a
terra, a bordo delle navi e delle aeronavi, l'impianto e  l'esercizio
di comunicazioni per mezzo di onde elettromagnetiche senza  l'uso  di
fili conduttori di collegamento, oppure a onde guidate.