REGIO DECRETO 4 gennaio 1912, n. 1

Col quale viene fissato, dal 15 gennaio 1912, l'interesse per i buoni del tesoro che il Governo e' autorizzato ad alienare. (012U0001)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 30/01/1912 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/12/2010)
  • Articoli
  • 1
  • 2
Testo in vigore dal: 30-1-1912
al: 15-12-2010
aggiornamenti all'articolo
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Veduta la legge 8 luglio 1883, n. 1455, (serie 3ª); 
 
  Veduto  il  testo  unico  della  legge  per  l'amministrazione  del
patrimonio e per la contabilita' generale dello Stato, approvato  con
R. decreto 17 febbraio 1884, n. 2016 (serie 3ª); 
 
  Veduto l'art. 566 del regolamento approvato col R. decreto 4 maggio
1885, n. 3074 (serie 3ª), per l'amministrazione del patrimonio e  per
la contabilita' anzidetti; 
 
  Veduto  l'art.  25  della  legge  8  agosto  1895,  n.   486,   sui
provvedimenti di finanza e di tesoro; 
 
  Veduto l'art. 1 della legge 4 maggio 1898, n.  169,  sui  Monti  di
pieta' e l'art. 62 del relativo regolamento, approvato con R. decreto
14 maggio 1899, n. 185; 
 
  Veduto il R. decreto 12 maggio  1904,  n.  174,  col  quale  furono
fissati gli interessi dei buoni del tesoro a decorrere dal giorno  16
maggio 1904; 
 
  Veduto l'art. 4 della legge 30 giugno 1911, n. 606, che approva  lo
stato  di  previsione  dell'entrata   per   l'esercizio   finanziario
1911-912; 
 
  Sulla proposta del ministro del tesoro; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
  L'interesse per i buoni del tesoro che il Governo e' autorizzato ad
alienare, e' fissato, dal giorno  15  gennaio  1912,  nelle  seguenti
ragioni, con esenzione da ritenuta per qualsiasi imposta  presente  e
futura: 
 
  lire due e centesimi venticinque per  cento  (2,25%)  per  i  buoni
aventi scadenza da tre a sei mesi; 
 
  lire due e centesimi cinquanta per cento (2,50%) per i buoni aventi
scadenza da sette a nove mesi; 
 
  lire tre per cento (3%) per i buoni  aventi  scadenza  da  dieci  a
dodici mesi;