REGIO DECRETO 28 agosto 1909, n. DLV (555)

Che autorizza la Societa' elettrica barese a costruire ed esercitare alcune linee tranviarie in Bari. (0900555R)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 17/02/1911
vigente al 20/01/2022
  • Articoli
  • 1
  • 2
Testo in vigore dal: 17-2-1911
attiva riferimenti normativi
 
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Vista l'istanza in data 8 maggio 1908  con  la  quale  la  Societa'
elettrica  barese  chiese  di  essere  autorizzata  a  costruire   ed
esercitare, a  trazione  elettrica,  alcune  linee  tramviarie  nella
citta' di Bari; 
 
  Viste le leggi 27 dicembre 1896, n. 561, e 15 luglio 1909, n.  524,
ed il regolamento approvato con Nostro decreto  17  giugno  1900,  n.
306; 
 
  Ritenuto che, a termini della legge 15  luglio  1909,  deve  essere
stabilito nell'atto di autorizzazione  della  tramvia  il  contributo
annuo chilometrico dovuto dalla Societa' concessionaria per le  spese
di sorveglianza governativa e che per le linee comprese nel  presente
decreto, tale contributo puo' stabilirsi in L. 15 al chilometro; 
 
  Sentito il Consiglio superiore dei lavori pubblici; 
 
  Sulla proposta del Nostro  ministro,  segretario  di  Stato  per  i
lavori Pubblici; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                               Art. 1. 
 
  La  Societa'  elettrica  barese  e'  autorizzata  a  costruire   ed
esercitare, a trazione elettrica ed a scartamento  di  un  metro,  le
seguenti linee tramviarie nel territorio della citta' di Bari: 
 
    a) dal deposito delle  carrozze,  da  costruirsi  in  contiguita'
dell'attuale officina elettrica della prefata Societa' lungo  la  via
estramurale, le rampe del sottopassaggio alle ferrovie  dello  Stato,
via di Giosa, via Carulli, via Cavour, via  Piccinini,  via  Cairoli,
piazza Massari, piazza Castello, via Trieste  fino  alla  capitaneria
del porto; 
 
    b) dalla stazione delle ferrovie dello Stato per via  Sparano  da
Bari, via Piccinini, piazza Garibaldi, via Bonazzi, via  Napoli  fino
alla stazione della tramvia a vapore Bari-Barletta; 
 
  in base al progetto portante il bollo del  competente  ufficio  del
registro in data 25 maggio - 4 settembre  1908  e  vistato,  d'ordine
Nostro,  dal  ministro  proponente,  nonche'  sotto   le   avvertenze
contenute nel voto 13 ottobre 1908 del Consiglio superiore dei lavori
pubblici.